Arredamento stile etnico

Lo stile etnico è un arredamento che parla di terre lontane, di viaggi e di terre esotiche. È uno stile che racchiude in sè molte emozioni, avventure e sogni. Si tratta quindi di un arredamento estremamente personale che esprime a pieno la personalità e le passioni di chi vive la casa.

Una stanza arredata in stile etnico non sarà mai uguale ad un’altra, proprio perché non si può copiare lo stile, ma lo si deve realizzare e plasmare a seconda di noi stessi. Nonostante lo stile non abbia regole ben precise, posso comunque delineare delle linee guida che vi possono aiutare ad arredare i vostri spazi.

Caratteristiche dello stile etnico

Quali sono le caratteristiche dello stile etnico

Le origini dello stile etnico risalgono a molto tempo fa, quando portare a casa dei manufatti di terre lontane era quasi più un obbligo per ostentare la possibilità di viaggiare, più che un piacere e un ricordo vero e proprio. Infatti questo stile risale a quando viaggiare era un lusso riservato solo alla classe nobiliare e mettere in bella mostra maschere tribali, zanne o qualsiasi altro manufatto serviva solo a confermare e ribadire la ricchezza.

Da allora di strada se ne è fatta moltissima e lo stile etnico è diventato alla portata di tutti, grazie alla globalizzazione, ma anche grazie alla possibilità di viaggiare con molta più facilità.

La parola etnico significa proprio di un popolo, quindi è uno stile vasto, che abbraccia molti popoli e continenti. Infatti possiamo decidere di arredare casa in stile africano, orientale, mediorientale, arabo o altro ancora. L’importante è scegliere la cultura che più ci piace e ci rappresenta ed esprimerla nella nostra abitazione.

Se pensate che lo stile etnico non faccia al caso vostro, potete sempre scoprire uno stile più adatto a voi nel mio articolo stili di arredamento, dove raccolgo le caratteristiche principali di molti stili di arredo.

I materiali

quali materiali scegliere per lo stile etnico

I materiali utilizzati per arredare una casa etnica sono senza dubbio il legno e altri materiali e filati naturali. Tra il legno i più utilizzati sono senza dubbio il teak, di origine orientale e il bambu invece di origine africana. Il legno infatti è il materiale più utilizzato dagli artigiani per realizzare gli arredi e quindi il protagonista indiscusso di questo stile.

Anche i tessuti rivestono un ruolo super importante, per i colori, le trame e il senso di calore che sono subito in grado di infondere. Importante quindi che siano tessuti di pregio e realizzati con filati naturali.

I colori per lo stile etnico

i colori dello stile etnico

Spazio ai colori: lo stile etnico è caratterizzato da tinte forti, colori sgargianti che ricordano la vivacità dei popoli tribali. Quindi il bianco e le tinte troppo chiare e pastello sono esclude e lasciano invece il posto a tinte accese di giallo, rosso, verde, arancio, marrone e blu.

Le combinazioni di colori in forme geometriche o disegni tribali sono perfette per arredare con stile e con allegria tutte le stanze di casa.

Cucina in stile etnico

la cucina etnica

La cucina è il fulcro della casa, dove ci si trova a fine giornata per condividere con il reso della famiglia esperienze ed impressioni. Arredare questa stanza in modo etnico significa renderla accogliente e ricercata. Se si è in fase di ristrutturazione si può proprio pensare di inserire una cucina etnica, quindi composta da mobili artigianali in legno.

Io amo molto le cucine a blocchi, quindi non componibili, ma composte ad esempio da un mobile di fattura artigianale etnica con cassetti per le posate, uno con antine, uno dispensa e un blocco cottura, tipo cucina economica. Un arredo di questo tipo acquista subito un sapore autentico e originale. Ovviamente poi l’ambiente va completato con una colonna/vetrinetta, mensole e pensili, ma tutti elementi distinti e non per forza collegati tra loro.

Un grande tavolo da pranzo in legno massiccio deve poi trovare spazio in centro alla stanza, dove potersi riunire per cenare e pranzare assieme. Il legno da scegliere anche qui sarebbe il teak che grazie al suo particolarissimo colore e alle sue nuances uniche di marrone è perfetto.

Infine non scordiamoci dei tessili, come canovacci, tovaglie e tendaggi che devono essere rigorosamente in stile.

Per approfondire l’argomento delle cucine in stile etnico puoi leggere il mio articolo:

Un soggiorno dal sapore lontano

esempio di soggiorno etnico

Il soggiorno è il luogo del relax dove deve essere per forza presente un ampio e comodo divano. I divani e le poltrone in stile etnico sono bassi e soprattutto pieni di coloratissimi cuscini. Colori, forme geometriche, dimensioni differenti: un potpourri unico che rende l’area relax ancora più comoda.

Da non sottovalutare sono poi le decorazioni da parete. Ottimi quadri che riprendono scene di vita nella savana o nel deserto. Vanno bene anche le classiche maschere tribali, l’importante è non esagerare per non rischiare di ritrovarci in una stanza piena di faccioni che ci osservano.

Nel soggiorno può poi essere inserita una piantana con paralume in rattan e ovviamente un mobile per la televisione. Al posto del classico mobile componibile è meglio scegliere un mobile basso o un mobile stile madia con le antine.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli e consigli per arredare il soggiorno etnico puoi leggere questo approfondimento:

La camera da letto etnica

Camera da letto stile etnico

Come ben sappiamo, nella camera da letto è meglio evitare colori troppo accesi e vivi perché rischierebbero di non farci riposare nel modo migliore. Ma allora non è possibile arredare la camera da letto in stile etnico? Certo che no, basta scegliere la giusta combinazione di colori.

Infatti accanto a colori accesi come il rosso, nello stile etnico sono molto apprezzati i colori della terra, come il marrone o i colori scuri, come il blu notte. Quindi al posto di scegliere un rosso acceso si possono scegliere tonalità meno cariche e più scure per un risultato ottimale sia esteticamente che per il riposo. Ovviamente possiamo giocare con i colori con i tessuti e la biancheria del letto, per ottenere così un ambiente caldo, accogliente e vivace.

Una cosa che non può assolutamente mancare in una camera da letto è il letto a baldacchino. È il simbolo dell’Africa e dell’India per antonomasia e perfetto per arredare in questo stile la camera padronale. Comodini e comò sono per forza in legno e di fattura artigianale. In molti negozi si possono trovare arredi etnici autentici, oppure si può sempre dare una sbirciata nei mercatini dell’usato.

Se vuoi approfondire l’argomento della camera da letto etnica ecco l’articolo di approfondimento:

L’etnico in cameretta

Cameretta stile etnico

La cameretta arredata in stile etnico diventa un ambiente altamente stimolante per i più piccoli. Infatti anche qui è importante non abbondare con i colori troppo accesi, ma si può comunque sbizzarrirsi nella scelta di decorazioni a tema animalesco.

Per le pareti può essere scelta una carta da parati con gli animali della savana. Il lettino di norma è molto basso se non appoggiato a terra, quindi in perfetto stile montessoriano.

Ho scritto un articolo interamente dedicato allo stile etnico in cameretta, lo puoi trovare qui:

Il bagno etnico

mobile bagno stile etnico

E pure il bagno può essere etnico. Importante è la scelta del rivestimento, meglio evitare piastrelle dallo stampo troppo moderno, come ad esempio quelle in finta resina o in finto cemento e preferire invece piastrelle dall’aspetto tradizionale.

Il mobile del bagno sarà senza dubbio un mobile etnico con antine in rattan, oppure con un vano a giorno chiuso da una coloratissima tendina. Vasca o doccia è lo stesso, l’importante è che comunque l’ambiente risulti semplice e vivace.

Galeria immagini stile etnico

Di seguito ho raccolto una galleria di immagini dello stile etnico per lasciarvi qualche ispirazione in più:

Ecco scoperto come arredare la casa in stile etnico. Per domande o consigli sono sempre disponibile.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *