Come arredare un bagno etnico: consigli e idee

Lo stile etnico sta diventando molto di moda nell’ultimo periodo. Si tratta infatti di uno stile eclettico e vivace e molti lo scelgono per rendere la casa più vivace. Anche il bagno etnico sta prendendo sempre più piede perché se arredato a dovere crea una stanza davvero rilassante e perfetta per ricaricarsi di energie positive.

L’importante per ottenere un ambiente riuscito è scegliere con cura il rivestimento, i mobili bagno etnico e l’illuminazione. Vediamo quindi insieme questi 3 importantissimi punti.

Il rivestimento del bagno etnico

quale rivestimento scegliere per il bagno etnico

Prima di scegliere il rivestimento del bagno etnico è bene scegliere l’etnia che ci ispirerà nell’arredamento. Infatti se ci affidiamo all’Africa il rivestimento può essere di un grigio caldo e pieno, se invece l’ispirazione è Marocchina avremo la presenza di marroni scuri, se è l’India ad ispirarci avremo la presenza di un rivestimento colorato e decorato. Se invece ci si ispira a popoli dell’estremo oriente, come i giapponesi, bisognerà scegliere il bianco come colore principale e se invece ci si ispira ai Paesi tropicali la prevalenza sarà di colori verdi.

Come è facile intuire, è davvero difficile definire delle regole precise di colorazione per il rivestimento. Infatti la bellezza dello stile etnico è proprio che non ha regole e precetti ferrei a cui attenersi, anzi lascia ampio spazio ai gusti e alla fantasia di ognuno di noi.

Una volta scelto il colore si può poi scegliere il rivestimento. Non vi sono linee guida nemmeno sulla dimensione delle piastrelle che possono essere di grandi formati oppure piccole. In alcuni casi al posto delle classiche piastrelle possono essere scelte anche le carte da parati. Infatti ne esistono in commercio di super resistenti all’acqua e all’umidità e donano subito al bagno un aspetto unico e inaspettato.

Mobili bagno etnico

mobile per bagno etnico

Una volta scelto il rivestimento e di conseguenza l’ispirazione generale si può procedere a scegliere il mobile bagno. È scontato dire che il materiale più utilizzato è il legno massiccio. Come per lo stile etnico in tutte le altre stanze della casa, anche in bagno è il materiale perfetto per realizzare un mobile contenitivo.

Per quanto riguarda la colorazione non vi sono indicazioni base. In generale comunque è bene privilegiare i contrasti e quindi scegliere un mobile di legno scuro con un lavello in appoggio bianco. I lavabi devono presentare linee morbide, quindi è meglio prediligerne di forma tonda o ellittica evitando quelli perfettamente squadrati o rettangolari. I miscelatori sono in ottone e presentano spesso le due manopole distinte per acqua calda e fredda.

Il mobile può essere scelto a giorno, per una soluzione più semplice, oppure con ante e cassetti. Qui non vi sono indicazioni precise, dipende dal nostro gusto personale e dall’utilità. Se poi lo spazio lo consente si può sempre aggiungere una colonna contenitiva nello stesso stile del mobile.

Vasca da bagno o doccia

quale rivestimento scegliere per il bagno etnico

Non vi è un’indicazione precisa sulla preferenza tra vasca da bagno o doccia, si può quindi fare affidamento alla propria preferenza personale. Se si opta per la doccia al posto di un box doccia strutturato è meglio scegliere una tenda, più leggera e più in stile etnico.

Per la vasca da bagno è perfetto un modello non ad incasso, sollevata su piedini lavorati. Se riuscite a trovarne una di recupero è ancora meglio. Esistono poi vasche etniche in legno aromatizzato che mantengono più a lungo il calore, ma ovviamente sono da utilizzare non per lavarsi ma come momento di relax unico. È quindi adatta a bagni di grandi dimensioni dove si può realizzare un piccolo centro benessere in perfetto stile etnico.

vasca in legno per bagno etnico

Illuminazione e decorazioni

Per finire l’arredamento del bagno stile etnico bisogna valutare l’illuminazione. Deve essere luce calda e soffusa, quindi sono perfetti paralumi in rattan o paglia intrecciata. Se invece preferite un lampadario più classico ne potete scegliere uno con paralume di colore caldi, della tinta della terra ad esempio.

Una grande specchiera poi troverà posto al di sopra del mobile bagno. Con cornice in legno e finemente lavorata diventerà il centro focale di tutta la stanza. Se non amate troppo il legno e credete che risulti un arredo troppo classico, allora potete scegliere uno specchio con cornice in ottone che riprende la stessa finitura dei rubinetti.

illuminazione bagni etnici

Questi sono i miei consigli per arredare un bagno etnico. Se vi restano dubbi o domande non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *