Cucina stile etnico

Una cucina stile etnico è una cucina dalla forte personalità e vivacità. Si tratta di un ambiente carico di forza e di carica vitale. Oltre a ricordare viaggi passati, ricorda terre lontane e si rifà alle culture di differenti popoli. Non è difficile arredare una cucina etnica e ottenere un ambiente che parla di noi e del nostro carattere.

Per stile etnico si intende un ampio spettro di popoli e di culture differenti. Si potranno quindi avere ambienti che parlano di oriente, altri che parlano di Africa e altri ancora che parlano di mondo arabo. E poi c’è la soluzione che permette di mescolare più culture creando così un ambiente inedito. L’importante è scegliere in anticipo la via che intendiamo intraprendere, in modo da poter fare le diverse scelte di colore, materiali e oggettistica in modo oculato e in stile con quanto scelto.

Ho deciso di raccogliere alcuni consigli per arredare la cucina in questo stile, scegliendo i colori giusti, i materiali e la disposizione dei mobili, oltre a illuminazione e decorazioni.

Vediamo quindi assieme tutto questo.

I colori della cucina stile etnico

colori cucina stile etnico

Nello stile etnico non ci sono regole precise. Infatti, come visto nell’introduzione, si tratta di uno stile che si rifà a differenti culture e popoli del mondo. Per questo è difficile individuare delle linee guida valide per tutti.

In ogni caso i colori saranno di certo vivi. Diciamo che il bianco sarà un colore lasciato da parte ed utilizzato con molta parsimonia, lasciando invece libero spazio ai colori forti e vivaci. Tra i preferiti ci sono:

  • giallo
  • senape
  • rosso
  • verde
  • blu

Questi colori possono certmente essere mitigati da toni neutri, quali toni caldi di bianco, come l’ecru o il crema, così come toni di grigio o di nero. Non dobbiamo per forza realizzare un ambiente arlecchino, contraddistinto da fortissimi accostamenti cromatici.

Possiamo ad esempio scegliere una base neutra, quindi una cucina colorata di un colore neutro, come potrebbe essere il grigio e poi giocare con altri elementi per dare il tono di vivacità. Nell’esempio si può decidere di posizionare un tavolo colorato con sedie di differenti finiture. Poi soprammobili e tessili completeranno l’insieme. L’importante è comunque per i mobili non scegliere tinte laccate, ma scegliere colori che lascino intravedere il materiale sottostante.

quali colori per cucina etnica

Lo stesso vale per il colore delle pareti. Se temiamo che una tinta troppo decisa possa stancarci con il tempo, possiamo optare per un colore neutro come l’ecru, e creare magari una parete d’accento con una carta da parati particolare. Così come il rivestimento paraschizzi della cucina. Coloratissimo e realizzato con piastrelle decorate a mano è perfetto.

Se invece siete dei veri amanti dei colori non ponetevi limiti e realizzate un ambiente coloratissimo che vi rappresenti a pieno. Infondo, come abbiamo visto, lo stile etnico punta ad esprimere la personalità di chi vi abita.

I materiali dello stile etnico

materiale per cucina stil etnico

Il materiale privilegiato è senza dubbio il legno. Una cucina stile etnico presenterà i mobili realizzati in legno massiccio, magari da un artigiano. Infatti l’autenticità è il primo passo per ottenere un ambiente raffinato.

Per ottenere un ambiente dal vero sapore esotico si dovrebbero scegliere legni di provenienza lontana, come il teak. Ovviamente hanno un prezzo superiore, quindi possiamo ripiegare su essenze più vicine a noi, come potrebbe essere il ciliegio, il rovere o l’abete. L’importante è comunque non scegliere materiali moderni, come il laminato, il vetro e il metallo.

A completare l’ambiente troviamo poi elementi realizzati in bambù, vimini, rattan, cotone e lino per i tessili. L’importante è sempre creare l’atmosfera di terre lontane e utilizzare quindi i materiali che ci ricordano l’oriente piuttosto che l’Africa.

Cucina componibile etnica

cucina etnica componibile

Per realizzare le cucine etniche si possono seguire due vie. Scegliere una cucina componibile o costruire la cucina con elementi distinti tra loro. Chi mi segue da un po’ sa che io amo particolarmente questa seconda via, perché permette di realizzare un ambiente più personale e anticonvenzionale, oltre che unico.

Infatti realizzare una cucina composta da differenti mobili significa andare alla ricerca di pezzi unici che comporranno il nostro ambiente, andandoli a scovare nei mercatini dell’usato o nei negozi di arredamento etnico. Saperli accostare e mettere insieme è un’arte.

Se non siete amanti come me di girovagare per negozi e mercatini dell’usato, la via senza dubbio più semplice e immediata è quella di scegliere una cucina stile etnico componibile. Ci sono differenti aziende che propongono modelli di cucine riconducibili a questo stile, ma in ogni caso è bene scegliere una cucina dal gusto tradizionale. Quindi evitare cucine con ante lisce, ma preferire invece ante a telaio. Se si sceglie poi una delle tinte viste in precedenza la cucina può diventare perfetta espressione dello stile etnico.

Nella cucina non può poi mancare un’ampia vetrina o credenza, magari indiana e un ampio tavolo se l’ambiente funge anche da zona pranzo. Altrimenti questi ultimi due elementi possono trovare posto nel soggiorno stile etnico.

Come illuminare l’ambiente

illuminazione cucina stile etnico

L’illuminazione è un aspetto che riveste importanza in tutti gli ambienti della casa e la cucina non può certo farne a meno. Per ottenere un ambiente perfetto dobbiamo rinunciare a moderni faretti e strisce led, optando invece per un’illuminazione più tradizionale.

Non può ad esempio mancare un lampadario pendente in centro stanza con paralume in vimini o in carta di riso per una soluzione più orientaleggiante, e altri punti luce a parete. Può trovare posto anche una piantana con struttura in legno, magari di recupero, per rendere l’ambiente più autentico e ricercato.

Decorazioni e dettagli che rendono la cucina perfetta

cucine etniche: le decorazioni

Le decorazioni sono quell’elemento che rendono ogni ambiente perfetto. In una cucina etnica non possono mancare i tessili. Le tende, leggere e super colorate, devono essere di materiali naturali, come il lino o il cotone. Canovacci e tutti i tessili del tavolo da pranzo devono essere scelti in stile, in modo da creare na coordinazione generale.

In cucina può anche trovare posto un ampio tappeto. Di certo trovare un tappeto dalle decorazioni etniche non è per nulla difficile.

Per le pareti ci si può affidare alle classiche decorazioni. Un abbellimento che io amo particolarmente se è presenta una parete abbastanza ampia libera è appendere un batik. Il tessuto colorato con questa tecnica crea subito un ambiente accogliente e adatto per arredare con gusto la cucina.

Questi sono i miei consigli per arredare la cucina stile etnico. Se vi restano dubbi o domande scrivetemi!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *