Piante da appartamento: come scegliere quella giusta

È inutile negarlo, ma le piante da appartamento arredano. Inserite in una libreria, poste su una mensola, su un davanzale della finestra o appoggiate a terra in un angolo della casa: qualsiasi posto si scelga ricreano subito un ambiente più accogliente. Non serve per forza ricreare una foresta in appartamento, basta scegliere con cura anche solo un esemplare e il nostro appartamento apparirà subito diverso.

È però fondamentale scegliere con cura la pianta d’appartamento più adatta alle vostre esigenze, per non rischiare che muoia dopo poco tempo. Vediamo quindi in quanto segue quali sono i benefici che portano e piante per interni, a cosa prestare attenzione prima di procedere con l’acquisto e una carrellata di esemplari più famosi.

Perché mettere in casa le piante da interni

Scegliere di acquistare una pianta da appartamento non è solo una scelta di design e di gusto come visto fino ad ora. Le piante da appartamento sono esseri viventi e come tali interagiscono con l’ambiente in cui vengono inserite. In questo modo le piante influenzano il proprio equilibrio biologico e di chi vive nel loro ambiente. Le piante verdi da appartamento offrono infatti innumerevoli altri benefici.

Vediamoli in seguito:

  • Ossigenazione dell’aria: attraverso la fotosintesi le piante da appartamento assorbono il biossido di carbonio e rilasciano nell’aria, come scarto, l’ossigeno;
  • Umidificazione dell’ambiente: il naturale rilascio di vapore acqueo nell’aria contribuisce a mantenere la giusta umidità nell’ambiente e ad abbattere le particelle di polvere presenti nell’aria, prevenendo così allergie respiratorie;
  • Purificazione dell’aria: le piante da appartamento contribuiscono ad eliminare alcune sostanze volatili nocive rilasciate da mobili o vernici, come la formaldeide e il benzene;
  • Abbassamento dei livelli di rumore: le piante contribuiscono ad assorbire e riflettere i rumori, soprattutto le alte frequenze;
  • Azioni benefiche sugli umani: le piante contribuiscono a ridurre la pressione sanguigna e gli stati ansiosi e di stress. Secondo il feng shui, un ambiente ricco di piante risulta positivo e facilita la produttività e la creatività;
  • Design: come abbiamo visto dall’inizio, le piante da appartamento ci aiutano a rendere il nostro ambiente più accogliente e di design.

Vi ho persuasi che mettere in casa almeno una pianta è una buona idea?

i benefici delle piante da interno

Piante da interno: come sceglierle

Prima di correre ad acquistare la nostra pianta verde da appartamento è bene individuare il posto in cui vogliamo metterla e studiarne le caratteristiche. Infatti, a seconda di alcuni fattori, è bene scegliere una specie piuttosto che un’altra.

Vediamo quali sono i principali fattori che influenzano la nostra scelta di pianta da appartamento:

  • Temperatura media della stanza: è importante analizzare se nel corso dell’anno la stanza in cui intendiamo mettere la nostra pianta avrà una temperatura più o meno costante o se subirà degli sbalzi termici tra estate e inverno. Le stanze con temperatura costante potranno ospitare anche piante delicate se avete un buon pollice verde, invece se la stanza subisce importanti variazioni termiche meglio optare per specie di piante più resistenti.
  • Esposizione alla luce: analizziamo nel corso della giornata l’esposizione al sole. Riceve luce diretta o indiretta? I raggi solari colpiscono direttamente la pianta o no? È esposta a nord o sud? Se le nostre finestre sono esposte a sud-ovest possiamo scegliere varietà di piante da appartamento che amano ambienti molto luminosi, se invece le finestre sono esposte a nord dobbiamo scegliere varietà che preferiscono ambienti poco luminosi.
  • Dimensione dello spazio: dobbiamo considerare lo spazio che abbiamo a disposizione per far crescere la pianta. Se lo spazio è contenuto meglio scegliere piante che crescono lentamente, mentre se abbiamo spazio a disposizione in abbondanza possiamo scegliere esemplari che crescono in modo rigoglioso o in altezza.
  • Presenza o meno di umidità: a seconda della stanza della casa, può essere presente nell’aria più o meno umidità. In bagno sarà sicuramente superiore alla camera da letto. Le piante da scegliere sono quindi differenti.
  • Design della stanza: a seconda del design e dello stile di arredamento ci sono alcune piante più adatte ad uno stile rustico e altre più adatte ad uno stile moderno e minimale. 
  • Presenza di bambini o animali domestici: alcune piante da interno possiedono foglie nocive o clorofilla irritante. È bene quindi non sceglierle se in casa sono presenti bambini o cani e gatti.
Scegliere la pianta da interno giusta

Piante da appartamento: le più comuni

Una volta analizzato lo spazio in cui porre la nostra pianta possiamo partire alla ricerca della più adatta e di quella che ci piace di più. Una distinzione che viene di norma fatta è tra piante sempreverdi, piante da fiore e piante succulente o grasse. Di seguito vi presentiamo le piante più popolari suddivise in queste tre categorie, con una descrizione delle principali caratteristiche e delle cure che necessitano.

Piante sempreverdi da appartamento

Esistono innumerevoli esemplari di piante sempreverdi per appartamento. Anche se non fioriscono, ne esistono davvero di infinite varietà e tipi che possono rendere la vostra casa particolare e inedita. Alcuni esemplari di piante da interno sempreverde hanno bisogno di molta luce, altre invece crescono bene anche in condizioni di scarsa luminosità. Di seguito vi elenco una serie di piante, ovviamente l’elenco non è esaustivo:

  • Pothos o potos: tra le mie piante da interno preferite, è davvero robusta e resiste bene anche in condizioni di scarsa luminosità. È una pianta rampicante, quindi crea una cascata di foglie, ideale quindi per essere messa in un vaso appeso a soffitto o su una mensola. Necessita di poca acqua, l’importante è sempre far asciugare bene il terreno prima di procedere con la nuova irrigazione. È anche facilissimo riprodurla tramite talea.
Pothos: pianta da appartamento

È possibile acquistarla in qualsiasi vivaio, oppure online, anche su Amazon, ad esempio l’esemplare che vi linko qui sotto presenta una lunghezza di 50 cm e un vaso di 20 cm, quindi una pianta già grande che arreda da subito:

  • Dracena o tronchetto della felicità: al contrario del Pothos, ama ambienti luminosi. L’ideale è quindi porlo sul davanzale della finestra o in stanze con molte finestre. Facile da coltivare, non necessita di molte cure. Può essere coltivato in terra o con coltura idroponica, quindi immerso nell’acqua.
Esempio tronchetto felicità
  • Tradescantia o erba miseria: come dice il nome stesso, l’erba miseria è una pianta robustissima e riesce a sopravvivere ad ogni avversità. È resistente alla siccità e all’annegamento, al caldo e al freddo, può crescere in ambienti pieni di luce o ambienti poco luminosi. Non necessita di terreni particolari e cresce in modo rigoglioso in appartamento e fuori in giardino. Sono presenti innumerevoli varietà con colori anche differenti. È davvero la pianta da interni più adatta a chi non ha il pollice verde! Anche l’erba miseria può essere acquistata in vivaio oppure onlin, qui il link per acquistare l’erba miseria nella versione viola striata su Amazon.
Erba miseria
  • Kentia o Kenzia: è anche questa una pianta molto resistente che non necessita di cure particolari, quindi adatta a chi è spesso fuori casa o non possiede il pollice verde. Non è una pianta rampicante, ma possiede uno sviluppo verticale anche se contenuto. Cresce bene in ambienti poco luminosi e necessita di poca acqua.
Pianta da appartamento Kentia
  • Nephrolentis o felce di Boston: è una pianta dalla crescita piuttosto veloce. Per farla cresce in modo rigoglioso è bene mantenere un ambiente umido, non esporla alla luce diretta e innaffiarla con regolarità.
Pianta da appartamento felce di boston

Piante da interno da fiore

Esistono piante da interno che fioriscono in diversi periodi dell’anno e che donano quindi un tocco di colore in più alla nostra casa. Anche qui la scelta è vastissima e va da piante semplici da curare a pinte difficili, adatte solo ai coltivatori più esperti, come le orchidee. Vediamo quindi gli esemplari di piante da appartamento che fioriscono che amo di più:

  • Spathiphyllum: caratterizzata da foglie verdi allungate e da un fiore bianco molto elegante, è tra le pinte da appartamento fiorite che preferisco in assoluto. Ama gli ambienti luminosi, ma non ama la luce diretta del sole, quindi meglio evitare di posizionarla accanto alle finestre. Come molte altre piante da interno, è di origine tropicale quindi predilige ambienti umidi, come il bagno. Se desiderate posizionarla in camera da letto, potete nebulizzare con costanza le foglie. Necessita di molta acqua ma non ama i ristagni.
Pianta da appartamento con fiore

Esistono buone offerte per l’acquisto di questa piante anche online su Amazon:

  • Anthurium: è una pianta da interni particolarmente amata. Caratterizzata da foglie verdi lucenti e da un fiore bianco o rosso con grande pistillo. Ama la luce ma non i raggi del sole diretti e odia le correnti d’aria. Fiorisce in estate e i suoi fiori durano fino a due mesi. È importante annaffiarla con regolarità, evitando i ristagni d’acqua.
Anthurium pianta da appartamento
  • Hoya Carnosa o fiore di cera: una varietà di pianta da appartamento fiorita particolarmente elegante. I piccoli fiorellini a forma di stella di colore bianco, presentano un cuore interno colorato a seconda della varietà, dal giallo, al rosso, rosa o fucsia. La particolarità di questi fiori è che profumano solo di notte. Le sue foglie sono ampie, verde scuro e carnose. È una pianta rampicante quindi ha bisogno di un sostegno a cui attaccarsi. Va annaffiata con regolarità e ama ambienti luminosi
Pianta fiorita da appartamento
Giovane pianta
  • Orchidea: per chi ama le sfide impossibili, l’orchidea è senza dubbio la pianta da interno per eccellenza. Elegante e raffinata, è disponibile in innumerevoli varietà, colori e forme. È una pianta piuttosto delicata, che ha bisogno di un ambiente umido, molto luminoso, ma non esposto alla luce diretta.
  • Medinilla: un’altra pianta da appartamento che richiede cure particolari. È anch’essa di origina tropicale e per questo non tollera temperature al di sotto dei 15°. La pianta sviluppa piccoli fiori con petali cerosi di colore rosa o rosso corallo con stami gialli, accompagnati da brattee grandi, appuntite e rosate. Ha essenzialmente bisogno delle stesse cure dell’orchidea: posizione in piena luce, ma raggi diretti del sole, umidità e annaffiatura costante.
pianta fiorita per appartamento medinilla

Piante da appartamento grasse

Le piante grasse o succulenti sono tra le più facili da coltivare perché non hanno bisogno di particolari cure. Sono disponibili in differenti dimensioni, colori, con o senza fiori. Sono ideali per arredare con semplicità ogni ambiente e dare carattere agli spazi meno utilizzati della casa. Vediamo insieme gli esemplari più popolari:

  • Echeveria: originaria del Messico è una pianta grassa da appartamento dalle forme geometriche. È di piccole dimensioni e cresce lentamente. Necessita davvero di poche cure, di poca acqua. Infatti resiste anche due settimane senza acqua. Alle volte viene proposta anche come pianta che vive senza terra, quindi su piattini in terracotta decorati. È sufficiente dare poca acqua ogni tanto perché sopravviva. In estate fiorisce con piccoli steli che spuntano dalla pianta e forma piccoli fiorellini gialli.
pianta grassa da appartamento

Date le sue dimensioni ridotte è adatta all’acquisto online, disponibile anche su Amazon a questo link.

  • Sansevieria: pianta caratterizzata dalle lunghe foglie verdi screziate di giallo, è facile da curare e dona carattere all’ambiente in cui viene inserita. Ama la luce, ma non il sole diretto. Deve essere annaffiata spesso. La sua caratteristica peculiare è quella di purificare l’aria da sostanze volatili nocive, quindi è particolarmente indicata per essere posizionata in camera da letto.
Pianta da interno sansevieria
  • Aloe Vera: pianta grassa molto conosciuta, può essere inserita come pianta da appartamento. Ha bisogno di molta luce e poca acqua. È una pianta molto robusta a crescita lenta, da cui possono essere ricavati molti prodotti cosmetici fai da te.
  • Cactus: disponibili in infinite varietà, i cactus non possono mancare nella casa di nessuno. Dai classici a forma rotonda, a quello composti da più foglie a quelli più stravaganti: ognuno troverà il cactus ideale. Come molte altre piante da interni succulente, ama la molta luce ma non diretta e deve essere annaffiato poco.

In questo articolo ho raccolto una selezione di piante da interno, tra quelle che amo di più. Ovviamente l’elenco sarebbe lunghissimo, se quindi la vostra pianta non rientra tra quelle da me descritte non esitate a contattarmi per chiedermi consigli e aiuto.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *