Piante da salotto

Per rendere l’arredo del salotto davvero unico non possono mancare le piante da interno. Sono infatti quel tocco di originalità e ricercatezza che rendono il salotto di qualsiasi stile personale e accogliente.

È importante però scegliere con attenzione le piante da salotto, in base a differenti fattori tra cui:

  • l’esposizione alla luce naturale;
  • la dimensione della stanza;
  • la disponibilità di tempo per la loro cura;
  • lo stile di arredo del salotto e della casa in generale.

In quel che segue cerchiamo di dare risposta a questi e ad altri quesiti.

Dove posizionare le piante in salotto

Salotto con piante

La posizione delle piante è assolutamente fondamentale per garantire la loro crescita e soprattutto per dare a soggiorno quel tocco raffinato e non farlo sembrare una giungla disordinata.

Tutto dipende dalla dimensione e dalla forma della vostra stanza. Se possedete spazi ampi sicuramente risulterà più semplice ricavare uno spazio vuoto in cui posizionare le piante da salotto. Posizionare più piante una accanto all’altra porta benefici per la loro crescita. Però tentate sempre di scegliere piante che stiano bene esteticamente e se amate le piante da fiori scegliete toni tenui e della stessa palette per non rischiare di ottenere un effetto arlecchino.

Gli spazi ampi permettono anche di disporre piante di dimensioni ampie e di forte impatto, come la Monstera Deliciosa o le palme. Quando acquistate una pianta da interno è fondamentale informarsi sempre sulle dimensioni che svilupperà per assicurarsi di avere il giusto spazio anche per il suo sviluppo futuro.

Se invece il vostro salotto è piccolo non dovete rinunciare ad inserire delle piante. Innanzitutto dirigete la vostra attenzione verso piante di piccole dimensioni o a crescita lenta. Infatti posizionando una pianta grande in un ambiente piccolo si rischia di ottenere un effetto soffocamento. Le piante ideali in questo caso sono le orchidee, la kentia o il pothos.

Inoltre sfruttate ogni spazio. Se aprite la finestra solo a vasistas potete sempre sfruttare anche la superficie del davanzale. Se invece possedete una libreria può diventare lo spazio ideale per ospitare delle piante rampicanti, come edera o pothos.

Infine ricordatevi sempre che se possedete animali domestici alcune piante possono risultare nocive per gli amici a 4 zampe. Ho scritto un articolo di approfondimento con le piante da evitare:

Piante da soggiorno: idee creative

Se il nostro salotto è piccolo ma non vogliamo rinunciare alle piante, possiamo sempre ricorrere alla realizzazione di scaffalature e altri piccoli escamotage per trovare loro una posizione. Hai il soffitto in travi? Puoi appendere i vasi al soffitto! Hai grandi pareti vuote? Crea dei giardini verticali.

Di seguito una raccolta di idee creative tratta da Pinterest.

Come scegliere le giuste piante da salotto

Come visto in precedenza è importante scegliere nel modo corretto la pianta da interno perché si fonda alla perfezione con l’arredo e perché possa crescere in modo rigoglioso.

Una volta individuato l’angolo che intendiamo destinare alle piante la prima cosa da analizzare è la quantità di luce naturale che ricevono. Ci sono infatti alcune piante che necessita di un minimo di ore di luce diretta del sole e altre invece che non amano la luce diretta ma prediligono ambienti illuminati, mentre altre che crescono bene anche in ambienti poco illuminati. È quindi fondamentale scegliere la giusta essenza in base alla quantità di luce.

In secondo luogo è importante la dimensione della pianta. Come visto in precedenza è bene scegliere piante della dimensione e dallo sviluppo futuro adeguato alla dimensione della stanza che possediamo.

Inoltre prestiamo attenzione, come già detto in precedenza, se possediamo animali domestici o bambini piccoli ad alcune varietà di piante da interno che possono risultare nocive.

Infine, ma non meno importante, scegliere piante da soggiorno in stile con lo stile di arredo della nostra casa. Sembra banale, ma alcune piante sono più adatte per un arredo classico, altre per uno minimal e altre per uno stile prettamente classico.

Di seguito ho raccolto una serie di piante da salotto ideale per arredare soggiorni di stili differenti.

Piante ornamentali salotto stile nordico

Soggiorno nordico: quali piante scegliere

Lo stile nordico è caratterizzato da un arredo semplice e minimale. Di norma quindi in un soggiorno arredato alla scandinava si possono trovare diversi spazi liberi in cui collocare piante ornamentali. Ho raccolto una lista di 4 piante da interno che si sposano alla perfezione con lo stie di arredo nordico.

Pothos

Pothos: pianta da appartamento

Se avete già letto altri articoli del mio blog sulle piante da interno saprete che il Pothos è uno dei miei preferiti. Si tratta di una pianta ricadente davvero molto robusta e facile da coltivare. La sua presenza scenica è davvero graziosa e non necessita di particolari cure, basta annaffiarla con regolarità. Ma se ce ne dimentichiamo? Non è di certo permalosa e non morirà subito. Inoltre sopporta bene anche angoli bui, quindi se il soggiorno è poco luminoso il Pothos può davvero fare al caso vostro.

Sansevieria

Pianta da interno sansevieria

Nelle immagini di abitazioni nordiche la Sansevieria non manca mai. Le sue foglie allungate e striate sono l’ideale per dare un tocco di verde ad un arredo total white. Si tratta anche questa di una pianta che necessita di poche cure: basta annaffiarla di rado, ogni 5-7 giorni in estate e ogni 2 settimane in inverno. Per quanto riguarda la sua esposizione, ama la luce solare ma non tollera i raggi diretti del sole, quindi meglio evitare i davanzali delle finestre esposti a sud est.

Calathea

Pianta da interno amica degli animali

La Calathea è una pianta da salotto con foglie grandi lustre. Disponibile in diverse varietà dai colori più disparati è l’ideale per arredare un ambiente scandinavo. Attenzione però, a differenza delle varietà viste fino ad ora, la Calathea è di difficile coltivazione. Infatti si tratta di una pianta di origine tropicale e per questo ama ambienti umidi e freschi. Va quindi annaffiata con molta frequenza evitando che il terriccio resti asciutto troppo a lungo e vanno nebulizzate regolarmente anche le foglie per contrastare la scarsa umidità presente normalmente nelle nostre case.

Per quel che concerne l’esposizione, la Calathea può essere posizionata anche in luoghi poco luminosi. In questo caso le sue foglie saranno meno lucenti.

Begonia Maculata

Piante da interni begonia maculata

La Begonia Maculata è una pianta davvero sorprendente. I pois dipinti sulle foglie sembrano pitturati a mano e non per niente è una delle piante più condivisa su Instagram.

È anch’essa una pianta tropicale che non tollera quindi temperature a di sotto dei 15°C. Ama la luce, ma non sopporta i raggi diretti de sole. Essendo una pianta da salotto di origine tropicale va annaffiata con regolarità, ma ciò non vuol dire che bisogna eccedere con l’acqua. Infatti è una pianta che non tollera i ristagni che portano alla perdita di foglie. È bene quindi annaffiarla quando il terriccio risulta completamente asciutto. È difficile dare un’indicazione in termini di giorni perché dipende dall’esposizione, dalla dimensione del vaso e da altri fattori. Quindi prima di aggiungere acqua toccare con i dito il terriccio: se la terra è asciutta procedete, altrimenti attendete ancora qualche giorno.

Piante per soggiorno minimal

Piante soggiorno minimal

I soggiorni moderni e contemporanei presentano di norma un arredo minimal. Le stanze possono quindi apparire molto spaziose e libere e questo può essere un alleato ideale per inserire delle belle piante da salotto. Vediamo quindi quattro piante da appartamento ideali per un soggiorno dall’arredo minimal.

Monstera Deliciosa

Piante per soggiorno

La Monstera Deliciosa è una tra le mie piante da salotto preferite. Collocata in un angolo della stanza dona subito un aspetto tropicale alla stanza. Si tratta di una pianta da grandi foglie intagliate che può raggiungere dimensioni anche importanti. Quindi non è consigliata per ambienti piccoli e purtroppo ho dovuto rinunciare anch’io al suo acquisto.

Ama un ambiente luminoso anche se cresce bene anche in zone con poca luce. In questo caso le sue foglie resteranno più piccole e prive di fori e intagli, quindi meno ornamentali. Per l’irrigazione è abbondante in estate e meno frequente in inverno e autunno. È importante anche in questo caso lasciare asciugare il terriccio tra un’annaffiatura e l’altra.

Strelitzia Nicolai

Piante per soggiorno con fiore

Ecco la prima pianta fiorita che vi presento in questo articolo. Si tratta della Strelitzia che produce un fiore davvero particolare che sembra un uccello in volo. Grazie ai suoi splendidi colori può essere inserita nei salotti in stile minimal per donare un tocco di colore.

Essendo di origine tropicale, ama gli ambienti caldi, luminosi e umidi. Bisogna annaffiare con frequenza evitando ristagni e nebulizzare le foglie per non rischiare che l’aria troppo secca le rovini. In estate può essere posta all’esterno, evitando però di esporla direttamente al sole.

Filodendro

pianta zona giorno filodendro

Caratterizzato da grandi foglie verdi il filodendro è l’ideale per ambienti ampi. Si tratta di una pianta rampicante che può essere posta in alto e quindi creare l’effetto ricadente, oppure viene posto un robusto tutore nel vaso su cui la pianta si arrampica.

Ne esistono davvero molte specie e alcune tollerano bene anche l’ombra. Quindi informatevi dal vostro vivaista su quale sia la migliore varietà di Filodendro se possedere un ambiente poco luminoso. L’annaffiatura è anche in questo caso regolare e se la vostra pianta possiede il tutore va mantenuto umido anche quello.

Pilea

pianta purificatrice: pilea

La Pilea o pianta delle monete cinesi è una pianta da interno davvero simpatica. Le sue foglie perfettamente circolari ne fanno la pianta ideale per salotti moderni e contemporanei.

La Pilea ama ambienti luminosi ma non a diretto contatto con la luce solare. Odia il freddo e le correnti d’aria, quindi va posizionata distante da porte e finestre oltre che da fonti di calore come termosifoni, stufe e camini. Si tratta comunque di una pianta facile da coltivare che sopporta bene la siccità. Quindi se ci dimentichiamo di annaffiarla non si offende! Va comunque data acqua con regolarità, soprattutto in primavera ed estate.

Piante per soggiorno classico

Piante per soggiorno classico

I salotti in stile classico di norma non presentano molti fiori o piante. Infatti sono di norma ricchi di mobili e altre decorazioni. Ma se abbiamo il pollice verde e amiamo le piante non possiamo fare a meno di inserire qualche arbusto. Vediamo quali sono le più indicate.

Ficus benjamin

pianta da interno velenosa per cani e gatti

Tra le piante da salotto il Ficus Benjamin è uno dei più grandi. Ha infatti una forma ad arbusto e presenta piccole foglie dal verde intenso. È una pianta che ama la luce naturale, ma noni raggi diretti del sole. Può essere posizionato anche in zone non troppo luminose, l’unica cosa, come ormai sappiamo, la sua crescita sarà meno vigorosa.

Va annaffiato con regolarità evitando i ristagni idrici e vanno nebulizzate anche le foglie garantendo così il giusto grado di umidità.

Orchidea

Pianta da interno non nociva: orchidea

Un’altra pianta da fiore che vi presento oggi è l’orchidea. Non c’è dubbio che la sua presenza estetica sia importante. Ne esistono di infiniti colori e forme, quindi è impossibile non trovare quella che ci piace.

C’è chi dice che coltivare le orchidee sia semplice e chi dice che sia complicato. Io sono più per a seconda! È bene posizionare in luoghi molto luminosi ma lontano dalla luce diretta del sole. L’annaffiatura va fatta con regolarità così come a concimazione.

Fico di Caucciù

Fico del caucciù

È una pianta molto diffusa nelle case perché di facile coltivazione. Come per molte altre viste fino ad ora, Il Ficus di Caucciù ama ambienti con luminosità diffusa, ma non i raggi diretti del sole che possono danneggiare il fogliame. L’irrigazione va fatta con regolarità ed evitando ristagni, quindi il segreto resta sempre quello di lasciare asciugare il terriccio prima di procedere con un’altra annaffiatura.

Senecio Rowleyanus

Piante da salotto: Senecio Rowleyanus

Tra le piante da salotto per soggiorno classico vi propongo il Senecio Roweyanus. Si tratta di una pianta succulenta composta da rami penduli su cui sono attaccate le foglie che presentano una forma sferica. Proprio per questo viene anche chiamata pianta delle perle o del rosario.

Essendo una pianta pendente va posizionata in alto in zona luminosa. Sopporta benissimo a siccità, nonostante questo ricordiamoci di annaffiarla con regolarità soprattutto durante l’estate.

In questo articolo ho raccolto le principali piante da salotto in base allo stile di arredo e alcuni consigli per scegliere quella giusta per noi. Se vi restano dubbi o domande non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *