Piante da camera da letto: quali scegliere

Quante volte abbiamo sentito dire che inserire le piante in camera da letto è dannoso e pericoloso per la salute umana. In realtà questa è una falsa credenza. Nel proseguo dell’articolo andremo a vedere perché le piante in camera da letto fanno bene, quali sono le piante da camera da letto consigliate e quali sostanze inquinanti assorbono maggiormente, così avremo un quadro chiaro e completo di quale piantina scegliere.

Le piante in camera da letto fanno bene

Ho ormai scritto innumerevoli articoli sulle piante da appartamento, se vuoi quindi approfondire l’argomento puoi leggere questo articolo:

come scegliere le piante per la camera

Oggi mi vorrei focalizzare invece sulle piante adatte per la camera da letto. Iniziamo sfatando un mito diffusissimo: la credenza che le piante in camera da letto siano nocive.

Dagli studi fatti in scienze alle elementari sappiamo che le piante grazie alla fotosintesi clorofiliana assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno nell’ambiente. Questo durante il giorno perché è fondamentale la presenza della luce solare per far funzionare il processo. E di notte? Cosa succede?

Durante la notte le piante attivano il meccanismo di respirazione cellulare che per la maggior parte delle piante consiste nell’assorbire ossigeno e rilasciare anidride carbonica. Ecco da dove ha origine la falsa credenza!

È quindi vero che di notte le piante possono rilasciare anidride carbonica, ma la quantità immessa nell’ambiente è davvero minima e assolutamente non nociva per l’essere umano. A confermarlo anche uno studio della NASA che risale agli anni ’80. L’agenzia aerospaziale statunitense ha condotto degli studi sull’azione delle piante sull’organismo umano per cercare un modo per rendere l’ambiente interno delle navicelle meno inquinato.

Il risultato? Una lista di 7 piante da camera da letto ideali, a cui ne aggiungo altre tre altrettanto utili.

Le 10 piante da camera da letto migliori

Quali sono le migliori piante per camera da letto? Scopriamole assieme:

  1. Pothos: facile da curare e di grande impatto, il potos è una pianta che ben si adatta a tutti gli ambienti della casa. Ama anche zone poco luminose, ma la sua crescita è più lenta. Ottimo per la camera da letto perché ha poteri purificanti dell’aria dalla formaldeide, presente in molti mobili, e dal benzene, prodotto dagli scarichi delle macchine e non solo.
Piante da interno nocive
  1. Sanseveria: grande classico tra le piante da appartamento, ve la presento anche come pianta da camera da letto. Chiamata anche lingua di suocera o pianta del serpente, è ideale in stanza da letto perché assorbe la formaldeide e l’ettrosmog generato dai dispositivi di uso quotidiano. Inoltre è una di quelle piante che rilascia ossigeno anche di notte assorbendo l’umidità presente nella stanza. Una vera alleata per dormire rilassati. Semplice da coltivare, ama la luce diretta.
Pianta da interno sansevieria
  1. Aloe Vera: è anch’essa in grado di rimuovere molte sostanze tossiche presenti in camera da letto come formaldeide o xilene. Durante la notte è in grado di rilasciare ossigeno, mantenendo quindi la stanza da letto con masse concentrazioni di anidride carbonica e conciliando un sonno rilassante e ristoratore. Inoltre tra le piante da camera da letto l’aloe vera è un bioindicatore. La comparsa di piccole macchioline marroni sulle sue foglie indica che l’ambiente in cui si trova è inquinato. Un ottimo aiuto per capire lo stato di salute della nostra abitazione. Inutile dire che è facile da coltivare e necessita di poca acqua.
aloe vera: piante da camera da letto
  1. Spatifillo: è forse tra le mie piante da camera da letto preferite. La consiglio sempre perché ha un potere di trasformazione di anidride carbonica in ossigeno pazzesco. Infatti una sola pianta può purificare l’aria di una stanza 10 metri cubi, rendendola più salubre e pulita. Per quanto riguarda la loro esposizione, amano zone luminose ma non la luce diretta.
pianta anti formaldeide
  1. Baucarnea: conosciuta anche come pianta mangiafuoco, il suo nome rivela la sua forte propensione a purificare l’aria soprattutto dalle sostanze prodotte dal fumo, come l’ammoniaca. Non ama il freddo e nemmeno il troppo caldo, quindi è bene collocarla lontano da correnti d’aria e da fonti di calore intenso come i termosifoni.
pianta mangiafuoco per camera da letto
  1. Dracena: un altro alleato incredibile per la stanza del sonno è la dracena. In grado di rimuovere dall’ambiente circa 10 microgrammi all’ora di xilene e toluene, sostanze nocive presenti principalmente nelle vernici. Cresce bene anche in zone non troppo luminose, l’importante è non esporla alla luce diretta del sole.
pianta per camera da letto: dracena
  1. Orchidea: i fiori bellissimi di questa pianta sono l’ideale per abbellire la camera da letto. Ma non scordiamoci che ha anche importanti capacità di assorbire la formaldeide. Hanno bisogno di molta luce e molta umidità per crescere in modo rigoglioso.
orchidee per camera da letto
  1. Lavanda: continuiamo con le piante da fiore. La lavanda è la pianta ideale per la camera da letto non tanto per le sue capacità di purificazione dell’aria, tanto per il suo potere rilassante. Infatti il profumo di lavanda è ideale per conciliare il sonno e coadiuvare il sonno. Inoltre ha il formidabile potere di tenere lontane le zanzare!
lavanda pianta per rilassarsi
  1. Pilea: conosciuta anche come pianta delle monete cinesi, è di piccole dimensione ma ha un grande potere purificante dell’aria da agenti inquinanti. Si tratta di un vero e proprio biodepuratore dell’aria.
pianta purificatrice: pilea
  1. Maranta: la maranta è una pianta da camera da letto davvero unica. Oltre ad essere bella esteticamente, perché presenta foglie verdi, rosse o viola, depura in modo efficace l’aria da sostanze tossiche oltre che dalle radiazioni elettromagnetiche.
maranta: pianta ideale per camera da letto

Quali piante rilasciano ossigeno anche di notte?

Come abbiamo visto ci sono alcune piante che durante la notte continuano a rilasciare anidride carbonica.

Le piante che rilasciano anidride carbonica anche durante la notte sono:

  • Aloe Vera
  • Sanseveria
  • Mrgosa
  • Tulasi
  • Orchidea
  • Gerbera
  • Ficus

Sostanze inquinanti e quali piante scegliere

All’interno della nostra abitazione purtroppo si trovano molte sostanze inquinanti che non vediamo ma che respiriamo regolarmente. Sono sostanze che derivano dai mobili, dalle vernici, dalle colle delle piastrelle e dai fumi di stufa e dei termosifoni.

Per fortuna le piante ci corrono in soccorso e possono essere utili per purificare l’ambiente domestico ed avere così una casa più sana. Vediamo assieme quali sono le principali sostanze inquinanti e quali piante scegliere per migliorare la qualità dell’aria.

SostanzaDove si trovaCosa può provocareQuale pianta scegliere
Formaldeide– nei mobili di truciolato
– nelle sigarette
– nei tappeti
– nelle stoviglie di plastica
– allergia
– asma
– reazioni cutanee
Piante contro la formaldeide:
– Pothos
– Sanseveria
– Aloe Vera
– Orchidea
Tricloroetilene– nelle vernici
– nei toner della stampante
– danni al fegato
– danni ai reni
– danni agli occhi
Piante contro il tricloetilene
– Ficus
– Dracena
– Palma di bamboo
– Spatifillo
Benzene– nelle vernici
– nei detersivi
– nelle sigarette
– smog
– difficoltà respiratorie
– potenzialmente cancerogeno
Piante contro il benzene:
– Pothos
– Kentia
– Spatifillo
– Dracena
– Edera
– Gerbera
Ammoniaca– sigarette– irritazione gola e polmoni
– tosse e dolori al petto
– Baucarnea
Xilene– nei prodotti in plastica
– nelle vernici
– nella colla
– nelle sigarette
– irritazioni cutanee
– irritazioni all’apparato respiratorio e agli occhi
– Aloe Vera
– Dracena

In questo articolo abbiamo conosciuto 10 piante da camera da letto che ci possono aiutare a dormire bene. Ovviamente l’elenco non è esaustivo quindi se avete dubbi su qualche pianta che avete in camera non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *