Arredamento rustico: tutte le caratteristiche di questo stile

L’arredamento rustico lo si pensa spesso adatto a case di montagna, chalet o case di campagna. In realtà è uno stile che crea un ambiente accogliente e caloroso, che si adatta bene a qualsiasi tipo di abitazione. Non pensate però agli arredamenti delle case tutte in legno, con anche le pareti rivestite in legno. In realtà lo stile rustico moderno fa sì uso del legno, ma mescolato con altri materiali, creando così un ambiente accogliente e semplice.

Vediamo quindi come arredare casa con lo stile rustico.

I materiali dello stile rustico

Quali materiali scegliere per un arredo rustico

Come visto anche nell’introduzione, l‘arredamento rustico predilige il legno come materiale per differenti parti. Innanzitutto per il pavimento, un bel parquet è quello che ci vuole se si desidera arredare casa in stile rustico. Oltre al pavimento anche gli arredi sono di norma realizzati in legno. Un legno grezzo, che lascia quindi intravedere nodi, spaccature e venature. Ogni difetto del legno si trasforma così in un valore aggiunto che rende il mobile unico e autentico.

L’essenza dei legni utilizzati è diversa e dipende molto dall’ambiente. Infatti per caratterizzare a pieno l’ambiente è bene utilizzare legno presente nelle nostre vicinanze. Quindi non scegliamo legno esotico, ma piuttosto essenze tradizionali come pino, abete, larice, acero o rovere, oltre al noce anche se presenta una colorazione più scura che va quindi dosata bene.

Molto di moda nell’ultimo periodo anche l’utilizzo del legno vecchio, un legno di recupero di vecchi fienili alpini che viene trattato e utilizzato per costruire gli arredi. Se amate questo materiale però non sceglietelo per tutti gli arredi perché si rischia di ottenere un effetto troppo pesante.

Un altro materiale utilizzato molto nell’arredamento tradizionale è la pietra naturale. Essa può essere utilizzata per rivestire alcune pareti del bagno o una parete del soggiorno, ma anche per alcuni elementi come il piano di lavoro della cucina o il lavabo. Può anche essere utilizzata per il pavimento se non amiamo particolarmente il parquet. In questo caso possiamo optare anche per il cotto che ricorda molto le case di campagna.

Il ferro viene invece utilizzato e mescolato al legno e altri materiali per alcuni complementi di arredo e per le decorazioni. Il tavolo da pranzo presenta ad esempio spesso le gambe in ferro e il piano in legno massiccio. Oppure lampade e applique possono presentare il corpo in ferro.

Per i tessili della casa, come tappeti, divani e altro è meglio scegliere materiali naturali e autentici, come il cotone, il lino o la lana.

In commercio esistono molti mobili realizzati in materiali compositi e tecnologici che imitano gli arredi rustici. A mio avviso si tratta di riproduzioni che non rendono giustizia allo stile e si rischia di ottenere un ambiente finto. Certo i mobili in vero legno massiccio possono essere costosi, ma si può sempre ricorrere ai mercatini dell’usato per acquistare veri mobili in legno a prezzi ridotti.

Arredamento rustico: i colori

colori per arredamento stile rustico

I colori dell’arredamento rustico sono principalmente le tinte legno, associate a tinte chiare e al bianco. Infatti, come visto nell’introduzione, nello stile rustico moderno non si deve riempire la casa di legno rivestendo anche le pareti con le boiserie. È bene dosare la presenza del legno e quindi del suo colore con altri elementi.

Per le pareti meglio scegliere una colorazione chiara, come il bianco, ma se desideriamo un tono più caldo si può scegliere il crema o il colore stella alpina. In questo modo si va a valorizzare il pavimento in legno o la travatura a vista della stanza senza creare un ambiente pesante.

Per la tinta legno, meglio scegliere un’essenza chiara, come potrebbe essere il rovere naturale, l’abete naturale o il ciliegio per non creare un ambiente troppo buio o cupo.

Se amate il colore potete riservare qualche punta di vivacità a qualche dettaglio, soprattutto per i tessili, come ad esempio delle tende colorate, i cuscini del divano o il copriletto.

Arredamento rustico di montagna per tutta la casa

In questa sezione della guida sull’arredamento rustico vorrei portarvi alla scoperta delle caratteristiche di ogni stanza della casa, così da potervi orientare nella scelta dei giusti arredi e complementi.

La cucina

cucina rustica

La cucina rustica per eccellenza è senza dubbio la cucina in muratura. Realizzata appunto con una struttura in muratura, che può essere lasciata stile muro o rivestita di piastrelle, presenta le ante in legno massiccio. È una cucina che caratterizza molto l’ambiente e va scelta con attenzione.

Nello stile rustico moderno di norma la cucina presenta le parti in muratura lasciate in stile muro e dipinte di bianco. In questo modo si realizza un arredamento più leggero e moderno. Per le ante possono essere utilizzati elementi di recupero e quindi progettare una cucina in muratura fai da te. Se ad esempio state ristrutturando casa e dovete cambiare le imposte, ecco che possono essere riadattate e utilizzate per creare la cucina.

Ma non è ovviamente l’unica via percorribile. Se possedete poco spazio o la cucina in muratura non vi convince al 100% potete sempre optare per una cucina classica in legno massiccio. L’importante è scegliere in colore legno e non tingerla di qualche colore particolare.

Ho scritto un articolo con maggiori dettagli per arredare la cucina in questo stile, lo trovate qui:

Il soggiorno rustico

Soggiorno stile rustico

Nel soggiorno rustico non può assolutamente mancare un comodo divano. Esso può essere realizzato con struttura in legno e morbidi cuscini imbottiti, oppure totalmente imbottito. Al posto di scegliere le classiche stampe tirolesi per il tessuto del divano, si può optare per una tinta unica, ad esempio il tortora, oppure con fantasie meno montane, soprattutto se si sta arredando un soggiorno di città.

Inoltre non può mancare una bella credenza come quelle di una volta, dove riporre tutto il necessario per apparecchiare la tavola. Il tavolo è sempre al centro della stanza e può essere realizzato completamente in legno massiccio, oppure combinando ferro e legno in soluzioni più contemporanee.

Infine, per caratterizzare maggiormente l’ambiente, possiamo decidere di inserire un caminetto. Senza dubbio un fuoco crepitante fa subito casa.

La zona notte rustica

camera matrimoniale rustica

Nella zona notte rustica il protagonista è il letto matrimoniale per la camera e il lettino per la camera. Entrambi realizzati in legno massiccio presentano linee semplici. Non si pensi quindi a letti in legno pieni di intarsi e decorazioni, ma piuttosto a soluzioni più semplici e lineari, proprio perché lo stile rustico è votato alla semplicità.

Un grande armadio con ante battenti realizzato rigorosamente in legno massiccio trova spazio sia in camera matrimoniale che in cameretta. Con lo stesso stile possono essere scelti comodini e comò.

Nella cameretta dei bambini possiamo decidere di rivestire le pareti con una boiserie di mezza altezza per rendere l’ambiente più accogliente e caldo. L’importante però è non lasciarla del colore naturale del legno, ma tingerla di un colore chiaro, per non creare una cameretta troppo opprimente.

Il bagno

Come arredare il bagno stile rustico

Il bagno deve apparire a tutti gli effetti un piccolo centro benessere. Anche qui il legno deve essere presente. Se non desideriamo avere un pavimento in legno per i problemi legati all’umidità, possiamo sceglierne uno in pietra. Per il rivestimento possiamo optare per la pietra naturale, ma se desideriamo qualcosa di meno costoso possiamo scegliere il gres porcellanato effetto pietra.

Per il mobiletto del bagno vige la regola della semplicità. Quindi perfetto un’asse con taglio a vivo su cui poggia il lavabo, oppure un piccolo mobile a giorno sospeso o che poggia a terra. L’importante è non scegliere composizioni troppo dettagliate e ricche di elementi.

Decorazioni rustiche

decorazioni rustiche

Per rendere gli ambienti rustici perfetti non possono mancare le decorazioni. Come abbiamo visto in precedenza, i dettagli possono essere scelti in colorazioni vivaci. Quindi sì a tende con piccoli decori colorati che rendono gli ambienti di casa più vivaci e colorati.

I quadri alle pareti devono riprendere scene di vita campestre, quindi da evitare sono le tele astratte o le scritte, che meglio si adattano ad altri stili. Se vuoi approfondire l’argomento sugli stili di arredamento puoi leggere questo articolo:

E poi non possono mancare in cucina e in soggiorno pentole in rame e piatti appesi alle pareti, per creare un ambiente che ricordi la campagna.

Nell’articolo abbiamo visto come creare un arredamento rustico per la casa. Non vi resta che mettervi all’opera! Se vi restano dubbi o domande resto a disposizione.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *