Camera da letto boho chic: come arredarla al meglio

Uno stile di arredo libero, libera espressione di chi vi abita senza imporre regole ferree e troppi paletti. Di cosa sto parlando? Dello stile boho chic! Arredare la camera da letto boho chic significa ricreare un ambiente super personale e di carattere, in grado di parlare di noi, delle nostre passioni e dei nostri sogni. Chi non desidera svegliarsi ogni giorno in una stanza che trasmette allegria e spensieratezza?

Starete pensando che ricreare un ambiente di questo tipo sarà difficilissimo. In realtà non lo è per nulla, proprio perché non ci sono regole super stringenti e diktat da seguire, ma solo consigli. Prendendo ispirazione da foto trovare sul web e sui social sarà facile ricreare la nostra personalissima camera boho chic. Io vi fornisco qualche consiglio e idee come linea guida, ma ricordate che deve parlare di voi, quindi scegliete solo quello che più vi piace senza farvi influenzare troppo dalla convenzione.

I colori della camera da letto boho chic

Quali colori scegliere per una camera boho chic

Partiamo come sempre dalla scelta dei colori. Si sa i colori influiscono molto sul risultato finale di una stanza. Le camere da letto boho chic presentano in realtà palette differenziate. Da un lato si trovano stanze contraddistinte da colori chiari, come ecru, beige, crema e bianco, in altri casi da colori più scuri e carichi di carattere, come il colore petrolio, il blu notte o il verde foresta.

Fondamentale però per garantire un buon riposo è evitare per grandi superfici i colori troppo accesi. Questo è l’unica via guida che mi sento di consigliarvi. Infatti colori super vivaci, come il rosso o il giallo tendono a creare un ambiente vivace e pieno di energia, che quindi non concilia il sonno e il riposo, minando a lungo andare il nostro benessere. Quindi se amiamo i colori e le soluzioni neutre non ci fanno impazzire possiamo sempre ripiegare sulla scelta di colori pastello, come il salvia, il rosa pastello o il pesca.

camera matrimonial boho chic

Per il colore delle pareti dobbiamo quindi scegliere se optare per un colore neutro o pastello, oppure se optare per un colore più deciso e scuro. Se la stanza è poco luminosa e abbiamo scelto questa via la soluzione migliore è dipingere una sola parete del colore scelto e le altre di bianco per rendere l’insieme più luminoso e non troppo opprimente.

Anche la carta da parati può essere una soluzione per decorare ad esempio la parete dietro il letto. Le fantasie più utilizzate sono stampe floreali. Non pensiamo però ai fiori piccolini che contraddistinguono lo stile provenzale, ma piuttosto a stampe con fiori di grandi dimensioni.

Una volta scelto il colore delle pareti ci si può poi sbizzarrire nella scelta di colori accessi e accattivanti per gli altri complementi della camera da letto, l’importante è che i colori accesi non diventino troppo presenti nella stanza, ma che siano ben bilanciati da colori neutri. Il colore è un elemento che contraddistingue lo stile boho chic e che quindi non può mancare.

Scegliere i giusti arredi

quali arredi scegliere nella camera da letto boho chic

Ma quali sono gli arredi perfetti per una camera da letto boho chic? Non c’è una risposta precisa proprio perché possiamo scegliere ciò che ci piace di più. Lo stile boho è molto vicino anche allo stile vintage, quindi la scelta di arredi di seconda mano è senza dubbio un’idea fantastica.

Il letto può essere realizzato in legno massiccio o in ferro, essere un normale letto matrimoniale a terra o essere a baldacchino. L’importante è in ogni caso che sia coperto da differenti strati di tessuto e da tante coperte, alcune anche realizzate a mano o ripescate dall’armadio della nonna.

Per i comodini, se amiamo il recupero, possiamo girovagare per i mercatini dell’usato in cerca di comodini in legno. Possono essere anche differenti, non devono per forza essere identici. Una volta trovati li possiamo colorare di una tinta vivace, come il turchese o il giallo se amiamo i colori, o lasciarli del colore naturale del legno. E finché non troviamo i comodini che ci fanno innamorare? Possiamo utilizzare delle ceste in vimini come appoggio.

L’armadio dovrà anch’esso essere di recupero oppure avere uno stile particolare. Possono essere anche scelti mobili dallo stile etnico se amiamo viaggiare e vogliamo esprimere questa nostra passione nella stanza da letto. Ciò che di norma non è presente è un ampio armadio componibile, ma sono da preferire armadi a due ante di fattura antica.

Le camere da letto boho chic sono caratterizzate da un ambiente piuttosto pieno e ricco di elementi. Quindi se c’è posto non si può rinunciare ad una cassettiera per riporre biancheria e calzini.

Le piante protagoniste della camera boho

pine nelle camere da letto boho chic

Lo stile boho chic ricorda spesso uno stile selvaggio, tropicale perché super ricco di piante. Infatti il verde e le piante sono dei veri protagonisti anche nella camera da letto. Se state pensando che le piante in camera da letto non facciano bene, allora vi rimando al mio articolo specifico sulle piante per camera da letto dove spiego nel dettaglio perché questa è una falsa credenza.

Quindi rendete la camera da letto una piccola foresta tropicale. Potete scegliere tra differenti varietà di piante, come la dracena, il ficus o il photos per fare solo tre esempi di piante perfette per la camera e soprattutto che purificano l’aria. Infatti è importante posizionare piante che siano in grado di purificare l’aria finché dormiamo dagli inquinanti più presenti negli ambienti interni, come formaldeide o benzene.

Le decorazioni

camere boho chic: le decorazioni

Infine, per rendere la camera da letto boho chic perfetta le decorazioni devono essere scelte con attenzione. Partiamo dai tessili. A terra non possono mancare dei tappeti, ampi e colorati oppure in tinta neutra, a seconda dello stile che più amiamo. A mio avviso in camera da letto il tappeto dovrebbe essere a pelo lungo perché da subito un’idea di ambiente accogliente.

Le lenzuola e i tessili del letto, come visto anche in precedenza, possono essere di colore bianco, con sovrapposizione di differenti strati e tessuti, oppure essere coloratissimi e super vivaci. Anche qui seguite il vostro cuore nella scelta.

L’illuminazione riveste poi un ruolo fondamentale per creare la giusta atmosfera. Lampadari con paralume in vimini o rattan sono ottimi per realizzare un’illuminazione soffusa. Anche le abat-jour devono essere realizzate in questi materiali, oppure con paralume in carta da zucchero, oppure a macramé.

Il macramé è una tecnica molto utilizzata in questo stile di arredo e utilizzata molto anche per realizzare le decorazioni da parete. Possono infatti essere realizzati degli arazzi da parete molto eleganti da appendere alla parete dietro al letto. Oppure possono essere utilizzati dei batik come decorazione, ovviamente se preferite un ambiente più colorato e variopinto.

esempio amaca per camera boho chic

Ma non scordiamoci di un elemento che rende la camera da letto boho chic davvero romanica. Un’amaca appesa in un angolo è il luogo ideale dove rilassarsi durante una giornata piovosa o dopo una lunga giornata di lavoro. Anche un ampio specchio verticale è un elemento molto presente nelle stanze arredate in questo stile.

In questo articolo ho raccolto i miei consigli per arredare una camera da letto boho chic, se vi restano dubbi o domande scrivetemi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *