Cucina 3 metri: come progettarla

Alle volte ci sogniamo di poter progettare per casa nostra una super cucina, dagli spazi ampi, magari con isola o penisola. Ma poi ci scontriamo con la realtà e gli spazi ridotti fanno infrangere il nostro sogni di cucina spaziosa e ci tocca ripiegare su una cucina compatta.

Le dimensioni ridotte però non ci devono trarre in inganno, perché è possibile progettare una cucina esteticamente bella e funzionale anche di piccole dimensioni. In questo articolo vediamo come progettare una cucina 3 metri.

cucina 3 metri

Se desideri invece approfondire l’argomento su come progettare una cucina lineare puoi leggere il mio articolo di approfondimento:

Quando scegliere una cucina lineare 3 metri

cucina piccola 3 m

Senza dubbio gli spazi ridotti sono il primo motivo che ci spinge a scegliere una cucina lineare 3 metri. Infatti se abbiamo una casa di piccole dimensioni, dobbiamo progettare una cucina proporzionalmente adeguata. È meglio quindi pensare ad una cucina lineare compatta piuttosto ad una cucina ad angolo che potrebbe soffocare l’ambiente.

La scelta di una cucina 3 m può essere fatta anche quando si possiede un open space. Infatti per dare più valore al living e al soggiorno può essere scelta una cucina di piccole dimensioni e lineare.

Gli elettrodomestici indispensabili e la loro dimensione

cucina in linea 3 metri

Per progettare al meglio una cucina 3 metri è bene conoscere le dimensioni base degli elettrodomestici indispensabili, così da farsi un’idea:

  • Base cottura larghezza di minimo 60 cm;
  • Il lavello larghezza di 60 cm;
  • Frigorifero larghezza 60 cm;
  • Piano d’appoggio 90 cm.

Come i può vedere la somma di questi elementi è 270 cm. Se si desidera ricavare più spazio contenitivo oppure si desidera inserire la lavastoviglie possiamo scegliere una cucina 3 metri senza frigo. Infatti esistono modelli di frigorifero freestanding che possono trovare posto ad esempio in una parete condivisa tra cucina e soggiorno o comunque in un’altra stanza attigua.

Ricordiamoci comunque che la cucina deve risultare funzionale. Quindi ok posizionare il frigorifero separato, ma non troppo distante per non minare la funzionalità della composizione.

Cucina 3 metri: come sfruttare al meglio lo spazio

cucina 3 metri con pensili maxi

Quando si progetta una cucina di piccole dimensioni è bene sfruttare al massimo lo spazio a disposizione con dei piccoli trucchetti. Vediamoli assieme:

  • Sfruttare lo spazio in altezza: se l’ambiente non è chiuso e non si tratta del classico cucinino di un tempo, possiamo pensare di posizionare dei pensili maxi, ossia che arrivano fino a soffitto. In questo modo sfruttiamo tutto lo spazio in altezza, alleato contenitivo indispensabile. In questo caso è bene scegliere una colorazione chiara per la cucina, il bianco è sicuramente il più adatto.
  • Utilizzare mensole e vani a giorno: se la nostra cucina è invece in una stanza piccola o crediamo che posizionare dei pensili che arrivano a soffitto possano soffocare l’ambiente, possiamo sempre giocare con vani aperti e chiusi e con mensole. In questo modo spezziamo la continuità e giochiamo su pieni e vuoti che danno movimento alla composizione. In questo caso però non riempiamo troppo questi spazi vuoti per non avere un effetto confusione.
  • Scegliere una cappa compatta e sfruttare lo spazio sopra come spazio contenitivo.
  • Se vicino alla cucina c’è il tavolo, possiamo decidere di ridurre il piano d’appoggio della cucina inserendo delle colonne ed utilizzando il tavolo come piano d’appoggio per la preparazione delle pietanze. Le colonne sono senza dubbio un grande alleato contenitivo. Ad esempio uno spazio di 30 cm può essere adibito a colonna dispensa se attrezzata con i giusti cestelli.
  • Organizzare al meglio l’interno di cestoni e cassetti: senza dubbio l’organizzazione è l’alleato preferito nella mancanza di spazio.
  • Posizionare la dispensa in soggiorno: la dispensa non deve per forza essere in cucina, esistono infatti mobili e armadi dispensa che si adattano benissimo anche al soggiorno. Possiamo addirittura utilizzarli sia come mobile soggiorno che come dispensa, così con un solo mobile assolviamo a due compiti.
  • Scegliete un piano cottura ad induzione: l’assenza di griglie e pomelli per l’accensione lo rende un piano di lavoro davvero utile se si possiede poco spazio.
  • Se nella vostra composizione trova spazio la lavastoviglie, evitate di scegliere il pensile scolapiatti, ma optate invece per un mobile contenitivo.
cucina 3 m
cucina piccola 3 metri

Cucina 3 metri: i dettagli per renderla perfetta

cucina 3 metri lineari

Per rendere perfetta una cucina lineare 3 metri è bene scegliere con attenzione il colore e l’illuminazione.

Per il colore il mio consiglio è quello di scegliere una tinta chiara, soprattutto se la cucina si trova in una stanza lunga e stretta. Per progettare una cucina 3 metri davvero originale si può giocare sui contrasti o sulla scelta particolare del rivestimento. In questo modo possiamo scegliere i mobili di colore bianco che illuminano la stanza e giocare con i colori sul rivestimento.

L’illuminazione è invece fondamentale dal punto di vista funzionale. Il mio consiglio è quello di posizionare dei punti luce sotto ogni pensile in modo da illuminare adeguatamente tutto il piano di lavoro. Cucinare con l’illuminazione è senza dubbio meglio che cucinare in penombra.

In questo articolo abbiamo visto come progettare la cucina 3 metri. Se vi restano dubbi o domande non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *