Come progettare l’armadio

Nella camera da letto l’armadio riveste un ruolo fondamentale che non va assolutamente trascurato. Se progettato nei migliori dei modi ci può aiutare a risolvere molti problemi di contenimento e ci assicura un guardaroba ben organizzato.

In questo articolo ho voluto raccogliere alcune informazioni su come progettare l’armadio andando ad analizzare dove posizionarlo, le dimensioni che deve avere e come progettare al meglio l’attrezzatura interna.

Dove posizionare l’armadio in camera da letto

armadio battente

La posizione dell’armadio nella camera da letto riveste un ruolo fondamentale. Infatti è uno degli elementi più ingombranti della camera accanto al letto, ma soprattutto ha una presenza estetica importante. Se posizionato sulla parete sbagliata o se scelto il modello sbagliato può far apparire la stanza opprimente.

Se volete maggiori informazioni su come progettare la camera da letto potete leggere il mio articolo dedicato:

Di norma le due pareti più ampie e senza aperture vengono riservate al letto matrimoniale e all’armadio. Se possibile, il mio consiglio è quello di posizionare l’armadio accanto al letto e non sulla parete opposta alla testata del letto. Infatti se posizioniamo l’armadio fronte letto ci sentiremo oppressi e schiacciati da questo grande elemento che sovrasta il nostro riposo. La posizione laterale invece smorza questo senso di imponenza.

Se non è possibile progettare l’armadio laterale perché è presente una finestra o una porta, allora l’importante è scegliere un modello che non arrivi a soffitto e che dia comunque un senso di ariosità.

Infine, se la vostra casa lo permette l’ideale sarebbe posizionare l’armadio fuori dalla stanza da letto. Ad esempio in corridoio può essere realizzato un armadio a muro e lasciare così la camera da letto libera dall’armadio e quindi più spaziosa e ariosa.

Scegliere la dimensione e la forma dell’armadio

armadio scorrevole

Per la scelta delle dimensioni non vi è una regola fissa. Sia che si stia progettando l’armadio per la camera padronale o per la cameretta è importante analizzare quanti abiti abbiamo e in base a quello fare una stima dello spazio che necessitiamo.

Un modo assolutamente semplice per calcolare la dimensione è calcolare i metri lineari che occupano i nostri vestiti e in base a quello capire se necessitiamo di un armadio a 4 ante o sei ante. Considerate che un armadio a due porte di norma è largo tra i 90 e i 100 cm e ad un’anta dai 40 ai 50 cm.

Di norma gli armadi hanno una conformazione lineare ma da non sottovalutare è anche la forma angolare. L’angolo può essere sfruttato con un normale armadio angolare, o con una cabina ad angolo che permette di sfruttare al meglio lo spazio.

cabina ad angolo

Armadio battente o armadio scorrevole?

Nella progettazione dell’armadio riveste un ruolo fondamentale la scelta di un modello ad ante battenti o scorrevoli. Per fare la scelta corretta vediamo quando è meglio scegliere uno o l’altro.

armadio battente lineare

L’armadio battente è il classico armadio da camera da letto. I produttori ne propongono di differenti dimensioni e di norma fanno parte di un ampissimo programma componibile, che permette quindi di adattare il guardaroba alle proprie esigenze. Come visto in precedenza, le larghezze standard sono 40-50 cm per un modulo ad un’anta e 90-100 cm per il modulo a due ante. Di norma vengono proposte due profondità, una standard di 60 cm e una ridotta di 45 cm per sfruttare al meglio lo spazio. Per l’altezza, si parte da altezze minime di 200 cm fino ad arrivare a proposte che possono raggiungere i 300 cm. Oltre ovviamente alla possibilità di realizzare moduli a misura.

armadio scorrevole due ante

L’armadio scorrevole al contrario non è di norma componibile, ma a blocchi fissi. Ciò vuol dire che si troverà un armadio scorrevole a due ante, tre ante o quattro ante. Badate bene che un due ante scorrevole è pari ad un 4 ante battente. L’armadio scorrevole è senza dubbio l’ideale per chi possiede spazi ridotti o per chi posiziona l’armadio accanto al letto.

Come progettare l’armadio: l’attrezzatura interna

armadio angolare

Un armadio ben organizzato è sinonimo di ordine. Quindi come attrezzate al meglio l’interno per avere un guardaroba perfetto?

Il punto di partenza è sempre l’analisi delle nostre abitudini. Se siamo abituati a tenere molti indumenti piegati, allora il nostro armadio dovrà presentare molti ripiani. Al contrario se amiamo tenere appesi i vestiti dovremo dotare il guardaroba di molti tubi appendiabiti.

Esistono poi molti accessori estraibile che permettono di rendere facile l’utilizzo dell’armadio. Ad esempio se teniamo i pantaloni appesi possiamo scegliere un portapantaloni estraibile.

Non scordiamoci di prevedere anche dei cassetti interni, indispensabili per riporre piccoli oggetti, come cinture, cravatte e gioielli.

Infine se non possediamo un armadio di servizio, dobbiamo prevedere lo spazio anche per lenzuola e asciugamani che possono trovare spazio nella parte alta dell’armadio riposti in comode scatole.

Come progettare l'armadio

L’armadio in cameretta

armadio per cameretta

Per quanto riguarda come progettare l’armadio per la cameretta vale tutto quanto visto fino ad ora. Mi sento solo di fare un appunto. Quando si sceglie l’armadio per i bambini bisogna sempre pensare in prospettiva. Prima o poi cresceranno e avranno diverse necessità. Quindi è fondamentale che l’armadio possa assecondare queste loro esigenze. Come? Con l’attrezzatura mobile e regolabile. Assicuratevi che vi sia la possibilità di spostare ripiani e tubi per personalizzare l’armadio in base alla crescita dei bambini.

Se vi restano dubbi o domande su come progettare l’armadio non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *