Piante da interno particolari per una casa super chic

Le piante da appartamento sono delle decorazioni immancabili in ogni casa. Infatti sono in grado di arredare e rendere subito l’ambiente più accogliente. Accanto alle classiche specie, come il Pothos o le Orchidee, possono essere scelte piante da interno particolari che donano subito un aspetto insolito all’ambiente in cui vengono inserite.

Infatti esistono varietà caratterizzate da ampie foglie e dai sgargianti colori che fanno invidia anche alle piante più fiorite. Arredare casa con specie rare e particolari è senza dubbio un modo per attirare l’attenzione degli ospiti. Ma non pensate che questi arbusti siano difficili da reperire, spesso sono presenti nei vivai e quindi facilmente acquistabili. Altrimenti possono sempre essere acquistate online su siti specializzati.

Ma vediamo quali sono queste 10 piante da appartamento particolari.

Le origini delle piante da interno particolari

origini delle piante da appartamento particolari

Quelle che per noi sono piante insolite, in alcuni posti del mondo sono normalissimi vegetale che crescono tranquillamente in natura. Stiamo ovviamente parlando di piante tropicali che vivono in ambienti caldi e umidi, lo stesso ambiente che è presente nelle nostre abitazioni. Alle volte manca l’umidità, ma basta nebulizzare le foglie con l’acqua e le piante cresceranno in modo rigoglioso.

Per quanto riguarda l’illuminazione ogni pianta ha bisogno di condizioni differenti che vedremo nello specifico in seguito. In ogni caso le piante tropicali sono caratterizzate da colori vivaci e da foglie dalle forme insolite. L’ideale è raggrupparle perché così si crea un piccolo habitat perfetto per la loro crescita.

10 pinte per appartamento particolari

Ho selezionato per voi 10 piante da interno particolari per rendere la vostra casa super chic. Come visto in precedenza, sono di norma facilmente reperibili in vivaio, ma ho cercato di mescolare specie più rare e specie più facili da trovare, non scadendo comunque nella banalità.

Pilea peperomioides

pianta delle monete cinesi

LaPilea peperomioides, conosciuta anche come pianta delle monete cinesi, ha origine proprio dalla Cina ed è stata portata in Europa da un esploratore norvegese. È simbolo di prosperità, fortuna e abbondanza e grazie alla sua forma perfetta arreda con gusto casa e ufficio.

È facilissima da curare. Innanzitutto ama ambienti luminosi, ma non a diretto contatto con i raggi solari. Non sopporta il freddo sotto i 10°, ma nemmeno in caldo secco dei caloriferi. Si tratta di una pianta che resiste bene alla siccità, sebbene in primavera ed estate sia meglio mantenere sempre il terriccio umido.

Begonia maculata Wightii

pianta rara da appartamento

Una pianta a pois non può che attirare l’attenzione di tutti! La particolare caratteristica della Begonia maculata Wightii è proprio quella di avere delle foglie con la superficie superiore di un verde intenso costellate da pois bianchi, mentre la superficie inferiore è di un rosso intenso.

Si tratta di una pianta piuttosto resistente. Ama i luoghi luminosi, ma non con luce diretta del sole. Va benissimo ad esempio posizionarla davanti ad una finestra con una tenda che scherma i raggi solari. Trattandosi di una pianta tropicale non ama il freddo, la sua temperatura ideale si aggira tra i 18° e i 22°.

Si tratta di una pianta da interno particolare che teme il marciume radicale. Quindi è fondamentale annaffiare con attenzione solo quando il terreno risulta completamente asciutto in superficie.

Begonia masoniana

Pianta rara da interno

Sempre della famiglia della Begonia troviamo la Begonia masoniana. Conosciuta anche come Begonia Croce di Ferro per la particolare colorazione delle foglie, è originaria della Cina e dell’India. In primavera e in estate di adorna di piccoli fiorellini rosa.

Per ottenere il massimo dai suoi colori, la Begonia masoniana va esposta alla luce, sempre non diretta perché si rischia di bruciare le foglie. Se non è esposta in una zona luminosa le sue foglie cresceranno più lentamente e meno colorate.

La Begonia masoniana possiede radici rizomatose che le permettono quindi di immagazzinare l’acqua. Non è necessario bagnarla in continuazione, ma anzi meglio far asciugare completamente il terreno prima di bagnare di nuovo. Al contrario delle altre piante da interno particolari, è bene non bagnare le foglie perché sono soggette a muffe e funghi.

Filodendro

Filodendro pianta particolare per casa

Il Filodendro è una pianta da appartamento abbastanza diffusa. Ne esistono di molte varietà, da quelle a stelo a quelle rampicanti. Tutte comunque amano un ambiente luminoso e caldo, che non scenda sotto i 15°C. Per l’annaffiatura deve essere abbondante soprattutto durante il periodo estivo. Attenzione però a non lasciare acqua nel sottovaso perché la pianta potrebbe sviluppare del marciume radicale. Nebulizzare le sue foglie con l’acqua la aiuta a mantenere la giusta umidità.

Banano

Pianta da appartamento particolare: il bannao

Per trasformare il soggiorno in una foresta tropicale il banano è la pianta perfetta. Ama ovviamente un ambiente caldo vista la sua origine tropicale. È importante anche in questo caso che la temperatura non scenda sotto i 15°C.

Il banano va posizionato in un ambiente luminoso e arieggiato, ma non deve essere esposto a correnti d’aria fredde. Durante il periodo vegetativo, e quindi in primavera ed estate, il terriccio del banano deve restare sempre umido mentre in autunno e inverno si può diradare il periodo di annaffiatura.

Kalanchoe beharensis

Pianta strana da appartamento

Conosciuta anche come calancoe orecchia d’elefante, la Kalanchoe beharensis è una pianta succulenta che ama ambienti in pieno sole. Nel sud Italia può essere coltivata anche in piena terra, l’importante è che sia lontana da correnti di aria fredda. Per l’annaffiatura deve essere regolare e frequente nella stagione calda, ma senza esagerare. Meglio dare più volte poca acqua piuttosto che eccedere e rischiare di incorrere in problemi di marciume radicale.

Trifoglio oxalis

Esempio di pianta da interno insolita

Tra le piante da interno particolare, ilTrifoglio oxalis si tratta di una pianta erbacea rizomatosa. Le sue foglie a forma di cuore si aprono di giorno e si chiudono di notte. Il suo luogo ideale è la mezz’ombra perché soffre molto il caldo. Se coltivata in casa va quindi annaffiata molto frequentemente. Se invece viene coltivata in piena terra in inverno la parte esterna si seca sembrando morta, ma in primavera ricomincerà a germogliare.

Alocasia amazonica Polly

Esemplare di pianta da interno particoalre

Molto apprezzata per le sue particolari foglie, l’Alocasia amazonica Polly è spesso coltivata come pianta ornamentale da appartamento. Non si tratta di una pianta tropicale perché proviene dall’Asia, ma presenta le stesse esigenze: un ambiente luminoso, ma non esposto direttamente alla luce solare, caldo e umidità.

È una pianta che ama un substrato sempre umido, anche se resiste bene a periodi di siccità. Se osservando le foglie le punte tendono a seccarsi allora vuol dire che necessita di più acqua.

Senecio rowleyanus

esemplare strano di pianta da interno

IlSenecio rowleyanus è una pianta grassa di origine africana. Trattandosi di una succulenta, ama gli ambienti soleggiati per molte ore al giorno, tollerando molto bene il caldo e molto meno il freddo. Nonostante si tratti di una pianta grassa, il Senecio va annaffiato con regolarità, soprattutto in estate, avendo però cura che il terriccio si asciughi completamente tra una bagnatura e l’altra.

Ficus Lyrata

Per per interni particolare

Il Ficus Lyrata è originario dell’Africa occidentale ed è particolarmente amato come pianta ornamentale per la sua forma slanciata. Ama anch’esso un ambiente luminoso ma predilige una luce filtrata. È una pianta che richiede irrigazione costante, ma senza eccedere. Un buon trucco resta quello di inserire un dito nel terreno e se dopo 2-3 cm il terreno risulta umido è il momento giusto per bagnare di nuovo la terra.

In questo articolo vi ho svelato le 10 piante da appartamento particolari che preferisco. Quali sono le vostre preferite?

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *