Come stendere il bucato con poco spazio disponibile: lo stendibiancheria da parete

Far asciugare il bucato durante i mesi invernali può risultare piuttosto difficile se non si ha a disposizione un’asciugatrice o una lavasciuga. La soluzione più comune è rappresentata dagli stendini; quelli più diffusi sono i pieghevoli orizzontali ma molto utilizzati sono anche gli stendini a torre o ombrello. Questi accessori hanno il pregio di essere facilmente spostabili ma diventano poco pratici quando sono carichi di panni umidi, in quanto possono risultare molto pesanti. 

Per ovviare a questo tipo di problemi e rendere più facile la gestione del bucato dentro casa esiste una soluzione alternativa, pratica e funzionale: lo stendibiancheria da parete. Di seguito, vediamo di cosa si tratta e quali vantaggi offre rispetto ad altre opzioni per stendere il bucato in casa e fuori.

Cos’è uno stendibiancheria da parete (o a soffitto)

stendibiancheria da parete

Uno stendibiancheria da parete, o da soffitto, è un sistema fisso per stendere il bucato, che può essere installato su di una parete oppure al soffitto, sia all’interno che all’esterno della casa. Si possono reperire sia nei negozi di articoli per la casa sia online, tramite e-commerce specializzati come Stendinik. In base allo spazio che si ha a disposizione, è possibile scegliere diversi formati, di lunghezza compresa tra i 150 cm e i 200 cm (la misura intermedia è di 180 cm). 

Il sistema degli stendibiancheria da parete è molto semplice; tramite un semplice meccanismo a corda (simile a quello di una piccola carrucola), le aste dove stendere il bucato si alzano e si abbassano, per permettere di mettere i panni ad asciugare oppure toglierli quando sono già asciutti. Lo stendibiancheria prevede anche un punto di ancoraggio per tenere ferme le aste, sia in alto che in basso. 

Quali vantaggi offre?

vantaggi stendibiancheria a soffitto

Rispetto ai sistemi tradizionali per l’asciugatura del bucato, uno stendipanni a parete offre diversi vantaggi, soprattutto dal punto di vista pratico. Anzitutto, si tratta di un sistema solido, in grado di resistere alle intemperie, all’usura ed agli agenti atmosferici. 

In secondo luogo, è un accessorio estremamente funzionale, non solo perché è facile da usare ma anche perché non richiede particolari interventi di installazione (è sufficiente che il supporto sia solido e compatto). 

Il principale vantaggio offerto da questo tipo di stendibiancheria, però, è un altro. Consente di ottimizzare lo spazio a disposizione (anche se poco), sia dentro casa che all’esterno. Uno stendino a parete, infatti, può essere montato in casa, tanto in bagno quanto in un’altra stanza (come, ad esempio, un locale lavanderia), per sfruttare al massimo una parete libera da ingombri.

stendino a soffitto

In aggiunta, può essere montato anche all’esterno, su piccoli terrazzi, balconi e ballatoi. In tal modo, si ha sempre a disposizione un supporto per stendere il bucato anche nel caso in cui i regolamenti condominiali o comunali impediscano l’utilizzo degli spazi esterni per far asciugare panni e biancheria. In particolare, se lo si monta in casa, è possibile fare il bucato e stenderlo subito, senza essere vincolati alle condizioni metereologiche né dover aspettare i periodi di bel tempo per far asciugare i panni in maniera naturale.

Infine, lo stendibiancheria costituisce una scelta vantaggiosa anche da un punto di vista economico; a fronte di una spesa iniziale non particolarmente esosa, si può ottenere un sistema di asciugatura a ‘costo zero’ in quanto non richiede alcuna forma di alimentazione. Le asciugatrici e le lavasciuga, per quanto possano sembrare più comode, comportano un notevole dispendio energetico che, alla lunga e soprattutto durante il periodo autunnale e invernale, possono gravare in maniera significativa sul bilancio familiare. Lo stendino a parete, invece, una volta montato può essere usato all’infinito senza alcun costo extra.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *