Il gres porcellanato è il nuovo parquet (in mille declinazioni)

Si definisce effetto legno, ma questa espressione non esprime in maniera precisa il livello di precisione e verosimiglianza raggiunta dalla composizione, che davvero ha poco da invidiare esteticamente al materiale naturale: parliamo di parquet o finti parquet, altra espressione ormai superata grazie ai progressi tecnologici nella produzione di prodotti per l’arredamento.

Il successo dei pavimenti in gres porcellanato

gres porcellanato effetto legno naturale

Leader assoluto in questo settore è senza dubbio Iperceramica, e dalle immagini sul sito ufficiale possiamo renderci conto di quanto siano evolute attualmente le soluzioni in gres porcellanato effetto legno, materiale che sta effettivamente imponendosi come scelta ottimale per arredare casa in alternativa al classico parquet in legno naturale, più costoso e difficile da trattare.

Pur avendo un innegabile fascino senza tempo, infatti, i pavimenti in legno richiedono molte cure e una costante manutenzione, e inoltre risultano più delicati a colpi e usura; per questo motivo, si sono fatte strada le proposte in gres porcellanato effetto legno, più pratiche ma non meno eleganti ed esteticamente valide. Le piastrelle realizzate con questo tipo di ceramica sono in grado di riprodurre alla perfezione i colori, le venature e la superficie del legno naturale, riproducendo in maniera efficace l’effetto caratteristico del parquet.

I vantaggi di un pavimento in gres effetto legno

gres per pavimento effetto legno

Per capire il livello qualitativo raggiunto da questo materiale dobbiamo conoscerne la “storia“: il gres porcellanato si ricava per mezzo della cottura ad elevate temperature (tra i 1200° e i 1400°) di una sapiente miscela di materie prime. Questo particolare processo di realizzazione consente di ottenere un materiale che presenta caratteristiche fisiche ideali per la pavimentazione, non solo per quanto riguarda gli interni ma anche per ambienti esterni e giardini. 

E così, i pavimenti in gres porcellanato rivelano una serie di vantaggi rispetto a quelli classici in legno prefinito o in laminato: il primo è la praticità, perché la ceramica a pasta dura e poco porosa è molto resistente alle sollecitazioni (soprattutto la pressione e la flessione), resistente alle macchie, facile da pulire, e soprattutto ingeliva (motivo che la rende adatto anche alla posa negli spazi esterni). Inoltre, le piastrelle in gres sono molto resistenti e, al di là delle comuni precauzioni per evitare graffi e abrasioni valide per tutti i pavimenti, non richiedono particolari interventi di manutenzione né di accorgimenti particolari per quanto riguarda la pulizia.

Infine, è un prodotto versatile, disponibile in moltissime varianti di colore e dimensione, che quindi può soddisfare le più svariate esigenze di tipo stilistico e, al contempo, garantire una notevole durevolezza nel tempo senza perdere efficienza.

Le varianti di colorazione e come abbinarle

gres porcellanato effetto legno

La scelta delle piastrelle più adatte per arredare casa dipende, almeno in parte, dai nostri gusti personali e dallo stile scelto per l’ambiente o l’intero appartamento, cercando però di evitare eccessivi estri fantasiosi che potrebbero generare risultati visivi discutibili.

Ho scritto un articolo per illustrare tutti i principali materiali per pavimenti, lo trovate qui:

Il consiglio di massima è abbinare il pavimento alle tonalità scelte per tinteggiare le pareti e a quelle dei mobili che faranno parte dell’arredamento, e in questo senso ci sono alcune indicazioni che possono tornare utili rispetto alle grandi tipologie di colorazione di gres porcellanato effetto legno.

In particolare, le piastrelle effetto legno chiaro sono le più facili da abbinare, in quanto si accostano bene a numerose sfumature di colore, attenuando i contrasti di colore; per valorizzare al massimo questa scelta, possiamo contrappuntare il pavimento con pareti dai colori non troppo accessi e arredi dal taglio moderno che presentino superfici o elementi (come ad esempio tessuti o modanature) dai colori più pronunciati, per ottenere un effetto complessivo sobrio ed elegante.

gres tipo parquet

Per le piastrelle più scure possiamo scegliere tra un contrasto netto (che però non deve essere mai eccessivo) e un accostamento cromatico tono su tono, badando comunque a valorizzare a sufficienza la luminosità e la spaziosità dell’ambiente.

Una variante moderna è l’effetto legno in colorazione grigia, che ha come accostamenti più naturali quelli con il bianco e il nero (ma attenzione a non avvicinare i colori in maniera troppo scolastica), ma il gres effetto legno grigio si armonizza anche con ambienti dalle pareti chiare (nei toni del bianco) e mobili di varie colorazioni, meglio se “color legno” (beige o marrone chiaro con elementi o rifiniture più scuri) o di una tonalità più forte.

Ecco svelato perché il gres porcellanato è il nuovo parquet, se vi restano dubbi o domande non esitate a contattarmi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *