Cucina ad angolo: come progettarla

La disposizione più presente nelle case degli italiani, la cucina ad angolo è una soluzione che coniuga tradizione e design. Infatti non bisogna cadere nell’errore di pensare che la cucina angolare sia adatta solo ad un arredamento classico o country, anzi ben si adatta anche ad appartamenti moderni e di design. L’ampia possibilità compositiva e le molte soluzioni a disposizione rendono la cucina ad angolo la conformazione ideale per molte case.

Alle volte si è costretti nella scelta a causa della disposizione degli impianti, altre volte invece si può scegliere di progettare un angolo cucina per sfruttare al meglio due pareti contigue.

Ma vediamo nel dettaglio come progettare al meglio una cucina ad angolo moderna.

Progettare una cucina ad angolo moderna

Cucina moderna con angolo
Credits: Archiproducts

La progettazione della cucina parte senza dubbio dall’analisi della planimetria. La cucina ad angolo ha bisogno della presenza di due pareti affiancate libere, su cui poter disporre i mobili. Alle volte, nelle abitazioni più spaziose, può capitare che si posizionino basi e pensili su due pareti vicine, andando quindi a creare un angolo, e le colonne su una terza parete. Questa è senza dubbio una conformazione adatta ad una cucina ad angolo grande.

Per iniziare una progettazione cucina bisogna analizzare il modo in cui la si utilizza di solito. Teniamo presente che il triangolo è la disposizione più funzionale in assoluto. Piano cottura, lavello e frigorifero devono essere disposti ad angolo in modo da minimizzare gli spostamenti tra una postazione di lavoro e l’altra. La cucina angolare ben si presta a questa disposizione degli elementi.

Una cucina ad angolo piccola rappresenta la soluzione senza dubbio più funzionale per arredare al meglio un ambiente di dimensioni ridotte. Va però considerata bene la disposizione dei pensili per non rischiare l’effetto soffocamento. Una cucina angolare piccola se arredata con pensili alti su tutte e due le pareti può trasmettere una sensazione di troppo pieno. Meglio quindi preferire la disposizione con pensili su una parete e ripiani e mensole sull’altra, in questo modo il gioco di aperto e chiuso crea una sensazione ariosa e meno pesante.

Le misure di una cucina ad angolo variano ovviamente a seconda dello spazio a disposizione. A seconda della base ad angolo presente, le misure cucina ad angolo minime per avere una cucina funzionale sono 2 metri per 3 metri. Ovviamente queste sono le dimensioni minime per poter inserire gli elettrodomestici indispensabili, quindi piano cottura, lavello e frigo. Poi maggiore è lo spazio a disposizione maggiore è lo spazio contenitivo di cui potremo disporre.

Piano cottura ad angolo

Alle volte risulta necessario disporre il piano cottura ad angolo, sia per situazioni di necessità che per estetica. La disposizione del fornello ad angolo può essere fatta in due modi: da una parte un piano cottura realizzato apposta per essere messo in una base cucina angolare, quindi con forma a “triangolo”. Nelle cucine classiche ad angolo invece di preferisce mettere una base a 45° in cui è possibile inserire dei fuochi normali.

Ovviamente la prima soluzione deve essere valutata in modo attento perché non sono molti i produttori che offrono soluzioni ad angolo. 

Al di sopra del piano cottura va poi posta la cappa. Esistono differenti tipi di cappa cucina angolare, quella in genere più utilizzata è la cappa a camino con trave in legno, con una copertura in muratura che ricopre la parte in acciaio. È senza dubbio la soluzione maggiormente utilizzata nelle cucine classiche e country.

Lavello ad angolo

Una soluzione spesso sottovalutata ma che può ritornare molto utile, è quella di posizionare nell’angolo il lavello. La base ad angolo non viene mai infatti sfruttata a pieno per il contenimento, se non per riporvi detersivi e pattumiera. Ecco allora che può essere posizionata nell’angolo, lasciando quindi lo spazio contenitivo alle altre basi della cucina. Anche qui esistono differenti conformazioni ad angolo con due vasche e un sgocciolatoio, oppure una vasca e uno sgocciolatoio. Tutto dipende dalle preferenze che ognuno ha in cucina.

Sfruttare l’angolo cucina

La parte più difficile da progettare in una cucina ad angolo è la base angolo stessa. Risulta infatti essere uno spazio di difficile utilizzo se non attrezzata ed organizzata nel modo giusto. In commercio esistono innumerevoli meccanismi che permettono di sfruttare al meglio la base angolare. Esistono cestelli estraibili, cestelli a traino e molto altro. L’aspetto fondamentale da prendere in considerazione è la portata di questi cestelli. A seconda di quello che si desidera riporvi, è importante scegliere quelli con portata adeguata.

Il mobiletto ad angolo cucina può avere tre forme. Una soluzione è la classica base da 110 cm con una porta da 60 cm e una pannello cieco, ideale quindi per essere attrezzata con cestelli estraibili per cucina ad angolo. L’altra base invece ha forma ad angolo con due ante ed è ideale ad esempio per posizionare il lavello cucina ad angolo. Infine esiste una soluzione che prevede l’inserimento di una base normale, ma al posto di essere posta ad angolo viene posizionata a 45°. Si tratta di una soluzione classica molto utilizzata nelle cucine tradizionali di una volta e negli stili che lo replicano, come le cucine country chic.

Cucina con dispensa ad angolo

Cucina con dispensa angolare
Credits: Archiproducts

Un’altra soluzione per sfruttare a pieno l’angolo è quella di posizionarvi una dispensa. La dispensa ad angolo rappresenta la soluzione migliore per sfruttare la meglio lo spazio disponibile. Non pensiamo solo alla base bassa, ma anzi possiamo posizionare una colonna ad angolo con cesti estraibili che consentono di sfruttare tutta la profondità a disposizione. Avremo così una vera e propria dispensa che consente di riporvi tutto il cibo oltre che a parte delle stoviglie.

Foto cucine ad angolo

Ecco concluso l’articolo sulla cucina ad angolo. Se avete domande o curiosità non esitate a contattarci.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *