Bagno lungo e stretto: 6 consigli per non sbagliare

L’arredo del bagno è di per sè difficile, ma quando ci si trova ad affrontare un bagno lungo e stretto arredarlo nel modo corretto è fondamentale per garantire funzionalità e fruibilità del bagno.

In questo articolo ho raccolto 6 consigli per decidere dove posizionare i sanitari, la doccia, la vasca, quali mobili scegliere e soprattutto i colori del rivestimento per migliorare la visione del bagno e alcuni consigli per farlo apparire più simmetrico.

Se invece desideri conoscere come arredare un bagno in generale, puoi leggere il mio articolo di approfondimento:

La disposizione degli elementi bagno

La soluzione migliore per arredare un bagno lungo e stretto è rappresentata dal posizionare tutti gli elementi su un’unica parete lunga. In questo modo dall’altro lato si lascia il passaggio e gli elementi che compongono il bagno non rischiano di cozzare tra di loro. Nei bagni stretti e lunghi la corretta disposizione è tutto.

In sostanza quindi una delle due pareti lunghe accoglierà il lavabo, il termoarredo, il bidet e il wc. L’unico elemnto da posizionare resta la vasca o doccia che vedremo nel prossimo paragrafo.

I bagni stretti e lunghi vengono di norma arredati in linea, ma non mancano ovviamente le eccezioni. Infatti nella progettazione bagno lungo e stretto ci possono essere casi in cui torna necessario un arredo differente, per la posizione degli attacchi o degli scarichi.

Bagno in linea stretto e lungo

Bagno lungo e stretto: dove posizionare la doccia

Nel paragrafo precedente abbiamo visto che i sanitari vengono posizionati in linea, realizzando quello che talvolta viene anche chiamato bagno a fascia. Per quanto riguarda la posizione della doccia vi sono due soluzioni:

  • Doccia nella parete di fondo
  • Doccia passante

La soluzione più utilizzata è quella di posizionare la doccia nella parete di fondo con lato corto. In questo modo il bagno apparirà sicuramente meno lungo e stretto, ma soprattutto viene sfruttato al meglio lo spazio. Immagino che molti di voi stanno pensando: ma io ho la finestra sulla parete di fondo. Niente paura, basta cambiare il serramento e metterlo in pvc per non rischiare sgradevoli conseguenze, e il gioco è fatto. Se c’è la corda della tapparella possiamo sempre renderla automatica così la comandiamo con un semplice pulsante.

E per la privacy? La soluzione più semplice è quella di abbassare la tapparella mentre si fa la doccia, oppure si può sempre montare un vetro opaco oppure utilizzare una pellicola opacizzante se non intendete cambiare il vetro. Queste pellicole sono facilmente acquistabili online, questa è quella che ho acquistato anch’io:

Ni bagni lunghi e stretti si presenta quasi sempre la soluzione con doccia infondo. L’altra soluzione è quella di una doccia passante, ossia posizionata in centro al bagno. In sostanza appena entrati nel bagno si troverà il lavabo con il mobiletto, poi la doccia e dall’altro lato bidet e wc. È una soluzione che io non amo molto perché bisogna sempre passare attraverso la doccia. Talvolta vale comunque la pena valutarla come soluzione per arredar bagno stretto e lungo.

Bagno con doccia passante

La vasca da bagno: dove posizionarla in un bagno lungo e stretto

Per la vasca da bagno tanto dipende dalla larghezza del bagno. Infatti un bagno lungo e stretto con la parete più stretta che misura dai 170 cm in su permette di posizionare la vasca da bagno sulla parete di fondo come per la doccia. Se è presente la finestra è fondamentale che si riesca ad aprirla e chiuderla senza troppa difficoltà.

Se invece il bagno è più stretto possiamo optare per una vasca compatta, quindi con larghezza tra i 120 cm e i 140 cm. Non è di certo il modello più comodo in circolazione ma può sicuramente risolvere i problemi nei bagni piccoli.

Scegliere sanitari e mobili compatti

Se il nostro bagno è davvero stretto, possiamo scegliere i sanitari compatti. Si tratta di sanitari che presentano una profondità di 50 cm circa al posto dello standard che è di norma 55 cm. Mi direte 5 cm sono pochi, ma in realtà per il passaggio possono aiutare ad evitare diverse botte!

Lo stesso vale per il mobile del lavabo. Di norma le case produttrici offrono mobili bagno con profondità 50 cm, ma propongono anche soluzioni compatte, che possono arrivare a 40 cm o anche meno. Teniamo sempre però presente che non possiamo ridurre di troppo la profondità di questo mobile per non rischiare che diventi difficile da utilizzare.

Le soluzioni a misura sono senza dubbio utili in questi casi. Infatti, al posto di un mobile bagno standard possiamo scegliere una mensola su cui poggiare una vasca lavabo di dimensioni ridotte. Oppure si possono sfruttare le nicchie, troppe volte sottovalutate e tappate. Per arredare bagno lungo e stretto è fondamentale ingegnarsi e pensare a soluzioni fuori dagli schemi.

Mobile profondità ridotta

Scegliere i colori giusti: idee e consigli per il rivestimento bagno

Soprattutto per un bagno stretto e lungo, la scelta dei rivestimenti svolge un compito fondamentale. La parete che utilizziamo per i sanitari è bene rivestirla fino ad un’altezza massima si 160 cm per evitare di creare un effetto corridoio che altro non fa che aumentare l’asimmetria della stanza. Diverso è il discorso per le pareti in corrispondenza della doccia che presentano di norma un rivestimento bagno alto 200 cm.

Importante è anche la forma delle piastrelle scelte. Meglio optare per formati rettangolari grandi, quindi evitando i formati piccoli che contribuiscono a creare un senso di pieno.

Per la colorazione, senza dubbio i colori chiari rendono l’ambiente più ampio. Se il nostro bagno ha la doccia sulla parete di fondo possiamo rivestirla con un colore scuro, in questo modo quella parete ci sembrerà più vicina e quindi il bagno più simmetrico.

Soluzioni per far apparire il bagno più simmetrico

Nonostante i consigli visti fino ad ora vi sembra che il bagno dia comunque un senso di soffocamento e state cercando dei metodi per renderlo più simmetrico. Niente paura, ora ve ne elenco qualcuno.

  • Termo a bandiera: è senza dubbio una soluzione davvero comoda per spezzare l’ambiente e quindi ingannare l’occhio. Viene spesso posizionato tra lavabo e wc così svolge anche la funzione di nascondere la zona wc-bidet.
Termosifone a bandiera
  • Realizzazione di una quinta: La realizzazione di una parete, sia che arriva a soffitto o che resta più bassa è la soluzione migliore per spezzare la linearità. Può essere utilizzata per celare la doccia oppure per nascondere il wc, a seconda di come è disposto il bagno.
Esempio per rendere il bagno più simmetrico
  • Una soluzione davvero originale è quella di realizzare il bagno in due colorazioni. In sostanza si divide il bagno a metà sul lato corto e si utilizzano due colori per rivestire pavimento e pareti e due colori per colorare le pareti. Questo semplice trucco farà apparire il bagno quadrato.
Bagno lungo e stretto di due colori
  • Un’altra valida soluzione è quella di realizzare una pedana ad esempio per sopraelevare la vasca da bagno che si trova infondo al bagno. Questo scalino creerà un’interruzione che impedisce all’occhio di soffermarsi sull’asimmetria della stanza.

E se invece desiderate accentuare la forma lunga e stretta del begno? Ci sono anche in questo caso alcune simpatiche soluzioni:

  1. Posizionare sulla parete di fondo una carta da parati 3D ad esempio con un paesaggio mozzafiato o con una strada nel bosco. Entrando nel bagno vi sembrerà di immergervi in un mondo parallelo.
  2. Un’altra soluzione sta nella scelta del colore di rivestimento della parete di fondo e del pavimento. Scegliere lo stesso colore scuro per pavimento del bagno e parete di fondo accentua la forma rettangolare del bagno.

In questo articolo ho voluto raccogliere alcuni consigli per arredare un bagno lungo e stretto. Se mi sono dimenticata qualche trucchetto non esitate a scrivermi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *